Lotta al degrado a Verona: la Polizia Municipale opera nuovi sgomberi ai Bastioni

Non si fermano nemmeno ad agosto i controlli della Polizia municipale contro i bivacchi abusivi in città. Maxi sgombero ai Bastioni della circonvallazione interna, alla Giarina e in via Adigetto

Proseguono i controlli della Polizia municipale contro il degrado in città. Questa notte gli agenti, nell’area dei Bastioni lungo la circonvallazione interna, hanno sgomberato una decina di stranieri di origine rumena e nord-africana, che avevano occupato abusivamente l’area creando un vero e proprio accampamento all’interno delle casette in legno che si trovano tra Porta Palio e Porta Nuova. Grazie all’intervento degli operatori Amia è stato possibile ripulire tempestivamente da mobilio e immondizie sia l’area che le costruzioni, già luogo di sgomberi alcune settimane fa.

Altri interventi sono stati effettuati alla Giarina e in via Adigetto. Osservata speciale resta la zona della stazione ferroviaria, dove da tre settimane è stato creato un presidio fisso dalle ore 20 alle 7 del mattino al Tempio Votivo e nei giardini limitrofi, per impedire un altro accampamento di rom dediti all'accattonaggio in centro storico, gestito da persone rumene. Lamentele e segnalazioni erano giunte anche dei residenti che avevano richiesto l'intervento degli agenti per la presenza di materassi sotto le pensiline delle fermate dei bus.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Secondo il presidente dell'Ordine dei medici di Venezia il Veneto va «verso la zona rossa»

  • Speranza presenta il nuovo Dpcm: «Alle 18 nei bar stop asporto, musei aperti in zona gialla»

  • La "nuova" zona arancione: cosa cambia per il Veneto con l'ultimo Dpcm, tutte le regole 

  • Firmato il Dpcm: rivoluzione spostamenti, bar ed enoteche stop asporto dalle 18. Le novità

  • Drammatico incidente tra furgone e camion in A22: morto un 31enne di Lazise

  • Variante inglese, Crisanti: «Se c'è, allora strade d'accesso al Veneto bloccate e lockdown»

Torna su
VeronaSera è in caricamento