menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Danni al Bentegodi, 60mila euro non basteranno per ricostruire

Sopralluogo di tecnici del Comune, rappresentanti della società e Municipale dopo le devastazioni dei tifosi a seguito del match di promozione in A contro l'Empoli

Sessantamila euro? Non scherziamo. La stima dei danni al Bentegodi sarà molto più alta. Almeno a quanto ha fatto intendere l'assessore allo Sport, Marco Giorlo, dopo il sopralluogo allo stadio assieme ai rappresentanti della società e alla polizia municipale. La gioia per la promozione in serie A dopo il match pareggiato con l'Empoli ha provocato una furia distruttiva. Un disastro vero e proprio, non solo di quattrini, ma anche dell'immagine stessa della società sportiva e della relativa tifoseria che, a dirla tutta, non è mai stata "tenera". Serviranno a poco i soldi dell'incasso avuto tramite l'apertura di altri settori dello stadio, come il parterre: i circa 40mila euro in più grazie ai 2400 spettatori accolti al Bentegodi potrebbero servire a poco meno della metà delle ricostruzioni.

Cancelli e portoni sono stati divelti con tenaglie e piedi di porco, segnale che era tutto premeditato. I bagni sono devastati, non c'è rimasto un solo lavandino al suo posto. I frantumi avevano riempito tutti gli spazi, tanto che i tecnici del Comune hanno dovuto camminarci sopra. I seggiolini sugli spalti sono stati divelti e intere zolle di campo dovranno essere rimpiazzate a causa dell'invasione degli ultras dopo il fischio finale. Tutto sarà a carico della società ospitante, come spiega l'Arena, e cioè l'Hellas Verona.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
  • Benessere

    Pasta di legumi: benefici e ricetta

  • social

    Aperti online i Casting dello Zecchino d’Oro

  • social

    L'Acqua in uno scatto: concorso a premi

Torna su

Canali

VeronaSera è in caricamento