Manto del Bentegodi devastato dal concerto? Ass. Rando: "Tutto calcolato"

Danni al terreno del Bentegodi ingenti, ma preventivati secondo l'assessore all'Edilizia pubblica sportiva, quelli causati dagli spettatori del concertone di Robbie Williams

Immagine di repertorio

“Nessuna pericolo per la Coppa Italia che si giocherà il 12 agosto. Allo stadio Bentegodi sono già iniziate le prime fasi d’intervento per l’immediata sistemazione del manto erboso rimasto danneggiato durante il concerto di Robbie Williams”. Lo ha dichiarato oggi l’assessore all’Edilizia pubblica sportiva Filippo Rando.

Si era già iniziato a parlare di una possibile causa civile e di partite di Coppa Italia e forse le prime di campionato a rischio per Hellas e Chievo, ma a quanto sembra tutto sembrerebbe essere già rientrato. La carica dei circa 45 mila spettatori per il concertone della popstar inglese ha sì causato dei danni visibili al tappeto erboso del Bentegodi, ma nulla che non fosse stato preventivato.

“Siamo già in contatto con la Lega calcio, le società calcistiche e l’organizzatore locale dell’evento per provvedere il ripristino. - ha spiegato l'assessore all'Edilizia Filippo Rando - Si tratta di un danneggiamento calcolato a cui eravamo preparati e per il quale, già dai primi giorni successivi all’evento, si è provveduto, in assoluta armonia tra le parti interessate, ad avviare tutte le procedure necessarie per giungere quanto prima al completo ripristino del campo di gioco. L’intervento, che come preventivato da contratto, sarà a carico dei privati, avrà un costo complessivo di circa 250 mila euro”.
 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Artigiano muore folgorato in strada mentre lavora: inutili i soccorsi del 118

  • Arriva il maltempo in Veneto, pioggia e neve: "Stato di attenzione" della protezione civile

  • Cosa fare a Verona e provincia durante il weekend dal 17 al 19 gennaio 2020

  • Trovano un vero arsenale nella sua casa: 42enne finisce in manette

  • Operaio morto sul lavoro a Legnago, assolto rappresentante dell'azienda

  • Tocca con la motosega i cavi dell'alta tensione: non c'è stato scampo per il 46enne

Torna su
VeronaSera è in caricamento