Domenica, 17 Ottobre 2021
Cronaca

Dal Progno escono bisce e topi: allarme

La protesta dei cittadini di Borgo Santa Croce. Ma non sono previsti interventi

Grosse bisce che compaiono all’improvviso sul letto del Progno per sparire poco dopo in mezzo a una selva di erbacce e arbusti. Pantegane in libera uscita sulle sponde del torrente, magari a spasso sulla pista ciclabile che collega Borgo Venezia con Santa Maria in Stelle.

Per non parlare dello sporco e degli insetti che prosperano nell’alveo, specialmente dopo un po’ di pioggia. È una situazione di degrado quella denunciata dai residenti di Borgo Santa Croce che abitano nelle vicinanze del Progno Valpantena. Oltre 150 famiglie sempre più preoccupate per una situazione che ormai si trascina da anni.

Portavoce del malessere è il consigliere della Circoscrizione Tiziano Fittà. “Il letto del Progno e gli argini versano in condizioni vergognose – dice Fittà – in particolare nella zona che parte dal ponticello di via Verdi verso la Valpantena”. I residenti chiedono un’immediata bonifica e hanno iniziato a sensibilizzare il Comune, la Circoscrizione e il Genio Civile.


Ma una soluzione a breve non si vede. “La competenza per questi interventi è del Magistrato alle acque – dice ancora Fittà – ma per quanto ci hanno detto, non hanno in programma progetti sulla nostra zona. Sembra che un progetto di bonifica del progno effettivamente esista, ma che riguardi l’area che da Borgo Venezia va verso Via Unità d’Italia”. In ogni caso con l’arrivo del brutto tempo è da escludere che vengano fatti interventi in profondità.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Dal Progno escono bisce e topi: allarme

VeronaSera è in caricamento