Fondazione Arena. Sindacati critici sulla programmazione artistica triennale

I rappresentati dei lavoratori sottolineano le parti carenti, come la promozione e l'attività di formazione per i giovani. Ma la parte più critica riguarda sempre l'esclusione del corpo di ballo

Torna l'espressione "braccio di ferro" riferita alle trattative tra dirigenti e sindacati di Fondazione Arena. Ad usarla è il quotidiano L'Arena alla vigilia della riunione del Consiglio di indirizzo per l'approvazione della programmazione triennale.

Con la direttrice Tartarotti i sindacati sono tornati a dialogare, ma le critiche non mancano, seppur con toni più conciliantiCgil, Cisl, Uil e Cisal non sono molto soddisfatti della programmazione artistica, dove manca l'innovazione e c'è poca chiarezza sulla promozione. Il giudizio dei sindacati è negativo sulla mancanza di idee per la formazione dei giovani e su i nuovi allestimenti.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Ma il punto più critico per i sindacati è quello dell'esclusione del corpo di ballo, che per i rappresentanti dei lavorati è una parte integrante della Fondazione Arena. Per questo i sindacati sono tornati a chiedere proposte di rilancio, parola che si sente ripetere ormai più volte e da più parti sulla questione Fondazione Arena.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • La montagna vicino Verona: 5 fantastiche escursioni a due passi dalla città dell'amore

  • Coronavirus: a Verona segnalati +20 casi in 24 ore e crescono gli attuali positivi in Veneto

  • Rischio temporali in Veneto anche sul Garda e in Lessinia: l'allerta della protezione civile

  • A4, morto per un malore in terza corsia: scontri pericolosi evitati grazie ad un'auto e un tir

  • Coronavirus, un nuovo morto in Veneto e purtroppo è veronese

  • La sua ragazza non risponde e chiama il 112: trovata in una casa con droga e refurtiva

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
VeronaSera è in caricamento