menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Andrea Crisanti - foto frame video La7

Andrea Crisanti - foto frame video La7

Crisanti: «Terza ondata una certezza». Veneto zona gialla? «Ora è tra le Regioni più colpite»

Il professor Crisanti: «La prossima settimana l'Italia sarà il Paese in Europa con più morti»

Il professor Andrea Crisanti è tornato a parlare e come spesso accade le sue dichiarazioni non sono passate inosservate. Intervistato su La7, il professor Crisanti ha commentato così il calo dei positivi registrato ieri a livello nazionale: «Siamo in una situazione grave stabile, il calo dei tamponi di ieri è apparente perché se fossero stati fatti lo stesso numero di tamponi ieri avremmo avuto quasi 28 mila casi considerando l'indice di positività. Quindi è una situazione dove in alcune zone i contagi aumentano, mentre in quelle che avevano la zona rossa, come la Lombardia, ci sono sicuramente dei progressi».

Il professor Crisanti ha quindi poi parlato direttamente della Regione Veneto: «Il Veneto come previsto, zona gialla, quindi con poche misure restrittive, ha casi in aumento ed anche i morti. Questo perché la zona gialla ha dei paradossi, poiché viene stabilita anche con dei criteri di tenuta del sistema sanitario nazionale, quindi con il numero dei posti in Rianimazione ancora disponibili e con la capienza dei reparti. Quindi di fatto succede un effetto paradosso, cioè che la Regione che è più preparata dal punto di vista sanitario permette al virus di trasmettersi di più, perché ha delle misure restrittive più blande e, infatti, il Veneto ha da quasi una settimana i casi in aumento ed è sicuramente una delle Regioni più colpite».

Il professor Crisanti si è poi lasciato andare a qualche previsione per il prossimo futuro: «Il vaccino prima che abbia degli effetti passeranno dei mesi e con questi numeri ci attende un inverno preoccupante. La prossima settimana l'Italia sarà il Paese in Europa con più morti». In merito a quella che in queste ore molti chiamano la "terza ondata" dopo le festività natalizie, il professor Crisanti è stato alquanto netto: «Non c'è bisogno di previsioni, la terza ondata è una certezza in queste condizioni».

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
  • Casa

    Palestra in casa: gli attrezzi immancabili

  • social

    Epilessia: come fare attività fisica in sicurezza

  • social

    Ristorazione: i trend 2021 secondo TheFork 

  • social

    Un pizzico di cocktail: nasce il nuovo programma dedicato a dessert e cocktail

Torna su

Canali

VeronaSera è in caricamento