Crimini in treno e stazione. Le Ferrovie lanciano la campagna a tutela dei viaggiatori

"Stai attento! Fai la differenza"è l'iniziativa sostenuta dal Gruppo FS e dalla polizia ferroviaria per contrastare le attività criminali all'interno degli scali ferroviari e sui convogli

Riconoscere, prevenire ed evitare gli stratagemmi utilizzati con più frequenza nelle stazioni e sui treni più affollati da ladri di bagagli, ma anche venditori abusivi, truffatori e borseggiatori, soprattutto quando l'attenzione del viaggiatore è minore. 

È l'obiettivo principale della campagna "Stai attento! Fai la differenza", sostenuta dal gruppo FS e dalla polizia ferroviaria. Giunta alla seconda edizione, l'iniziativa parte oggi e prosegue fino al 15 settembre. 

Visto il successo dell'edizione 2014 anche quest'anno, nelle principali stazioni italiane e a bordo dei convogli di Trenitalia, i passeggeri troveranno volantini in italiano, inglese, francese, tedesco, russo, cinese e giapponese, dalla grafica immediata e di facile comprensione, oltre una specifica cartellonistica. Al fine di fornire preziosi consigli su come prevenire sgradevoli episodi in partenza, in arrivo e durante il viaggio. Soprattutto nell'anno di Expo Milano 2015. 

Molte le stazioni interessate dall'iniziativa: tutte quelle del network Alta Velocità, inclusa Rho Fiera Expo Milano 2015 a cui si aggiungono le stazioni delle Cinque Terre e quelle di Bari, Genova, Venezia, Verona, Brescia Bolzano, Udine, Vicenza, Trieste, Padova, Piacenze, Rimini, Ancona, Pescara, Foggia, Lecce, oltre a Taranto, Reggio Calabria, Malpensa, Fiumicino, Pisa Aeroporto, Palermo, Villa San Giovanni, La Spezia, e Lamezia Terme. Saranno distribuiti anche adesivi con messaggi della campagna mentre saranno proiettate alcune animazioni video sui monitor dei grandi scali ferroviari, sugli schermi delle emettitrici self service a bordo delle Frecce e dei treni pendolari, nelle biglietterie e nei 15 FrecciaClub Trenitalia. 

Seguire i consigli contenuti nella campagna aiuterà milioni di viaggiatori a non essere vittime di furti e truffe soprattutto nel periodo estivo. Dall'inizio dell'anno sono stati 1130 i furti a bordo treno, 1957 quelli in stazione. Complessivamente sono più di 700 le persone arrestate dalla polizia ferroviaria ed oltre 6000 quelle denunciate all'Autorità Giudiziaria. Più di 91000 i servizi di vigilanza nelle stazioni e 24000 le pattuglie sui treni, con oltre 52000 treni scortati dalla polizia ferroviaria. 

"Con la campagna 'Stai attento! Fai la differenza' - spiega Franco Fiumara, Direttore Centrale Protezione Aziendale del Gruppo FS Italiane - vogliamo informare i nostri clienti sui comportamenti tipici delle persone che intendono approfittare delle loro distrazioni. La sicurezza e la protezione personale, durante il viaggio in treno e nelle stazioni, incomincia, infatti anche da piccoli ma significativi accorgimenti. Grazie a questa campagna informativa, soprattutto nell'anno di Expo Milano 2015 di cui siamo Officila Global Rail Carrier, ci proponiamo di sensibilizzare i viaggiatori a una maggiore cura degli effetti personali oltre che a un'attenzione più consapevole verso le persone che con stratagemmi cercano di avvicinarli. Attenzioni che, anche grazie all'intenso lavoro degli operatori della Protezione Aziendale del Gruppo FS italiane e degli agenti di polizia ferroviaria, garantiscono un viaggio più tranquillo, sereno e sicuro". 

"Con questa iniziativa - afferma Armando Nanei, Direttore del Servizio di Polizia Ferroviaria - intendiamo proporre un modello di security in cui il cittadino non sia spettatore o vittima ma diventi protagonista della sicurezza. Un viaggiatore informato, consapevole ed attento è meno 'aggredibile' e può aiutarci a rendere la vita più difficile ai malintenzionati. La polizia ferroviaria è ogni giorno in prima linea per tutelare la sicurezza delle persone che si muovono in treno o che, in genere, frequentano le stazioni ma sul fronte prevenzione senz'altro il cittadino può essere ed è il nostro primo alleato".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Secondo il presidente dell'Ordine dei medici di Venezia il Veneto va «verso la zona rossa»

  • Il Veneto dal 16 gennaio è la Regione più a rischio zona rossa con il prossimo Dpcm

  • Speranza presenta il nuovo Dpcm: «Alle 18 nei bar stop asporto, musei aperti in zona gialla»

  • Drammatico incidente tra furgone e camion in A22: morto un 31enne di Lazise

  • Firmato il Dpcm: rivoluzione spostamenti, bar ed enoteche stop asporto dalle 18. Le novità

  • Variante inglese, Crisanti: «Se c'è, allora strade d'accesso al Veneto bloccate e lockdown»

Torna su
VeronaSera è in caricamento