Giovedì, 16 Settembre 2021
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Emergenza Covid a Verona, Girardi: «Terapie intensive in grandissima difficoltà». Sboarina: «Ospedali più pieni che a marzo»

L'appello del sindaco di Verona: «Evitate gli assembramenti, fate acquisti natalizi diluiti nella settimana. Dobbiamo vivere nella consapevolezza che i nostri ospedali sono più pieni che a marzo ed aprile scorsi»

Parla di «terapie intensive in grandissima difficoltà», poi amaro aggiunge «eppure le persone continuano a girare». Il dg dell'Ulss 9 Scaligera Pietro Girardi ha fatto il punto sull'emergenza Covid-19 a Verona e provincia, affiancato da diversi sindaci del territorio. Una conferenza stampa per aggiornare su quanto si sta facendo per fronteggiare l'emergenza, ma anche per sensibilizzare i cittadini ad assumere comportamenti sempre più responsabili. Presente all'appuntamento, collegato in video, anche il primo cittadino di Verona Federico Sboarina che ha voluto ribadire il suo forte appello affinché si evitino gli assembramenti: «Sabato scorso in città c'è stata molta gente, complice il black friday, così abbiamo dovuto fare il senso unico pedonale in via Mazzini. C'è preoccupazione per il prossimo lungo weekend con la festa dell'Immacolata, e anche per questo continuerò ogni giorno a lanciare un preciso appello ai cittadini: evitate gli assembramenti, dobbiamo tutti vivere nella consapevolezza che i nostri ospedali sono oggi più pieni che a marzo ed aprile scorsi, così come che i medici e gli infermieri sono ancora più sotto pressione che a marzo ed aprile».

Il sindaco di Verona Federico Sboarina si è quindi soffermato sull'alto numero di vittime che finora la provincia veronese ha dovuto patire a causa dell'emergenza coronavirus: «Oggi tutti noi conosciamo sempre più persone che purtroppo ci lasciano per Covid. Dico tutto questo perché bisogna che il mio appello sia ascoltato: prestiamo tutti attenzione ed evitiamo gli assembramenti. Non dimentichiamo che si sta sempre parlando di persone, sono persone e non numeri, persone che stanno male e muoiono, persone che lavorano negli ospedali. A noi viene chiesto di fare piccoli sacrifici: facciamo le compere natalizie ma cerchiamo di diluirle durante la settimana, non andiamo tutti sabato pomeriggio, facciamo acquisti anche al mattino, evitiamo di creare folle nel weekend. Noi, - ha poi aggiunto il sindaco di Verona Federico Sboarina - continueremo a fare i controlli ed interverremo per evitare che si ripetano le scene dello scorso weekend. Tra breve sarà già un anno che siamo dentro questa pandemia, - ha concluso il sindaco di Verona Sboarina - non possiamo più permetterci a lungo di viverla, sia dal punto di vista sanitario che da quello economico, per questo servono comportamenti responsabili per venirne fuori tutti insieme».

Si parla di
Sullo stesso argomento

Video popolari

Emergenza Covid a Verona, Girardi: «Terapie intensive in grandissima difficoltà». Sboarina: «Ospedali più pieni che a marzo»

VeronaSera è in caricamento