Cronaca Centro storico / Piazzetta Pescheria

La nuova strategia vaccinale in Veneto: tracciamento anche in condominio per i casi di variante del virus

Una delibera della giunta regionale del Veneto ha approvato un documento che «integra l’offerta vaccinale, mirando a proteggere eventuali persone esposte ad un rischio maggiore di forme gravi di malattia»

Una delibera di giunta della Regione Veneto, pubblicata sul BUR, ha approvato il documento dal titolo «Strategia per il rafforzamento dell’offerta vaccinale nel contesto dei focolai causati da "Variant of Concern" (VOC) di SARS-CoV-2». A preoccupare è anzitutto la diffusione della variante Delta del coronavirus che, come si legge nella delibera, presenta un'«elevata trasmissibilità, collegata all’insorgenza di forme severe di malattia, con conseguente ospedalizzazione e aumento di decessi soprattutto nelle fasce di popolazione più a rischio».

Nella delibera di giunta, inoltre, viene sottolineato come «la graduale ripresa delle attività ricreative, culturali e sociali, del turismo, dei viaggi nazionali ed internazionali, nonché l’intensificarsi di socializzazione e spostamenti hanno aumentato il rischio di sviluppo e diffusione di varianti Sars-CoV-2, nonché l’insorgenza di eventuali focolai ad esse correlati». Più nel dettaglio, «ad oggi nella Regione del Veneto stanno circolando le seguenti varianti: Alpha (UK), Gamma (Brasile) e la Delta (India)». Ed è proprio in tale contesto che, evidenzia ancora la delibera di giunta, «la vaccinazione resta uno strumento fondamentale per fronteggiare l’attuale emergenza pandemica». 

Strategia per il rafforzamento dell’offerta vaccinale

È allora proprio alla luce di tali considerazioni che «al fine di rafforzare l’offerta vaccinale per contrastare la diffusione del virus», la giunta del Veneto ha approvato il documento di cui si è detto all'inizio. Ed è qui che si legge di come in futuro potrà essere allargata e potenziata l'attività di contact tracing, anche nell'ambito del contesto abitativo delle persone, ovvero in un «condominio e/o complesso condominiale (se più condomini adiacenti con aree in comune)». Sempre restando nell'ottica di un rafforzameto dell'«offerta vaccinale», il documento predisposto dalla giunta regionale del Veneto prevede che «in presenza di un riscontro di un caso positivo di VOC (non Alpha) è necessario quindi attivare nuove strategie vaccinali e rimodulare l’offerta vaccinale mirando a proteggere eventuali persone esposte ad un rischio maggiore di forme gravi di malattia».

In cosa consistono più nel dettaglio queste «nuove strategie vaccinali»? Il documento approvato dalla giunta veneta lo spiega sostanzialmente in due punti principali:

  • «Individuazione dell’ambito geografico interessato al fine di costituire la cosiddetta "area geografica di protezione vaccinale"».
  • «Ricostruzione dell’ambiente di vita di comunità del caso in modo da costituire tramite l’offerta vaccinale un "ambiente di frequentazione e di vita Covid-free"».

Scendendo ancora più nel dettaglio ed analizzando il «contesto abitativo», nel documento si legge che nel caso emergano uno o più casi di positività ad una variante del coronavirus all'interno di un condominio, sarà possibile eseguire alcune delle seguenti azioni: 

  • «individuare (ad esempio con il supporto del caso o dell’amministratore condominiale, se presente) i soggetti che abitano nel contesto interessato»;
  • «verificare, nel rispetto delle norme sulla privacy, lo stato vaccinale»;
  • «proporre attivamente la vaccinazione ai non vaccinati con età ≥ 12 anni (nel caso di mancata adesione indagare le motivazioni, registrare eventuali esclusioni, proporre eventuale counseling breve)»;
  • «attuare iniziative ad hoc di comunicazione e informazione per favorire l’adesione»;
  • «proporre, per i soggetti più fragili (> 60 anni o condizione di estrema vulnerabilità) il completamento dei cicli incompleti nel rispetto del calendario minimo previsto»;
  • «proporre la 2° dose, anche per chi ha pregressa storia di infezione se a maggior rischio di complicanze».
Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

La nuova strategia vaccinale in Veneto: tracciamento anche in condominio per i casi di variante del virus

VeronaSera è in caricamento