Tre corrieri della droga arrestati: 13 kg sequestrati tra marijuana ed oppio

I controlli della Guardia di Finanza eseguiti negli ultimi giorni hanno portato al rinvenimento di un'ingente quantità di sostanza stupefacente in tre distinti episodi, nei quali sono state fermate altrettante persone

Tre corrieri della droga, in altrettante distinte operazioni, sono finiti nelle rete della Guardia di Finanza scaligera negli ultimi giorni. L'azione preventiva e repressiva ha portato al sequestro complessivo di circa 13 chilogrammi di sostanze stupefacenti tra marijuana e bulbi da oppio, destinati ad alimentare il mercato veronese della droga. 

I servizi dei Baschi Verdi hanno goduto dell'ausilio delle unità cinofile, che hanno consentito loro di assicurare alla giustizia due cittadini extracomunitari in possesso di ingenti quantitativi di droga, a breve distanza l'uno dall'altro. 

L'attività di controllo dei finanzieri si è concentrata sui flussi dei passeggeri che utilizzano gli autobus low cost, evidenziando come questi possano costituire un metodo per far arrivare in città importanti quantità di stupefacente, nascosto nei bagagli dei passeggeri. Nell'ultima settimana infatti, nei pressi della stazione di Porta Nuova, sono stati sequestrati in tutto 12 chili tra marijuana e bulbi da oppio.
Nella mattinata del 28 gennaio la Guardia di Finanza ha arrestato un uomo di nazionalità indiana e requisito circa 10 chili di bulbi di papaveri da oppio essiccati mentre, nella serata del 2 febbraio, un ulteriore controllo ha consentito ai militari di individuare uno straniero intento a nascondere un bagaglio. Il successivo accertamento, effettuato anche con l’ausilio del cane antidroga Zack, ha portato alla scoperta di 2 grossi involucri nascosti tra i vestiti, all'interno dei quali vi erano 2 chili di "erba". 
Il cittadino nigeriano è stato quindi arrestato e portato nel carcere di Montorio a disposizione dell’Autorità Giudiziaria.

Foto 2-8-6

Sempre nella serata del 2 febbraio, sono stati controlli dei Finanzieri della Compagnia di Villafranca a portare al fermo di un cittadino gambiano, senza documenti, senza fissa dimora e con alle spalle precedenti specifici, in arrivo a Peschiera del Garda con un autobus di linea. Durante gli accertamenti del caso infatti l'extracomunitario è stato trovato in possesso di 1.1 chili di marijuana, abilmente occultata nel bagagli personale, ma non al sicuro dall'infallibile fiuto dell'unità cinofila. 
Anche in questo caso, l'arrestato è stato condotto nella casa circondariale scaligera in attesa di essere giudicato. 

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Foto-20-49

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus, crescono contagi a Verona. Una nuova vittima in Veneto

  • L'Aifa autorizza la sperimentazione sul vaccino anti Covid-19: si farà a Verona

  • Il post Facebook del sindaco di Verona Sboarina sul virus e gli sbarchi dei migranti

  • Scuola, ecco il calendario per il Veneto: si parte il 14 settembre, si chiude il 5 giugno

  • Orologio da 40 mila euro rubato in gioielleria a Verona: padre e figlio in manette

  • Coronavirus: boom di contagiati in Veneto, fra cui pochi veronesi

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
VeronaSera è in caricamento