rotate-mobile
Mercoledì, 8 Dicembre 2021
Cronaca

Corot, cos' rimasto alla citt dopo la mostra?

La Gran Guardia non adeguata e palazzo della Ragione non decolla...

Mi sono casualmente capitati sotto mano gli articoli di un anno fa in cui si discuteva animatamente dell'opportunità di ingaggiare Marco Goldin per organizzare una serie pluriannuale di mostre in Gran Guardia; la stampa cittadina sottolineava le perplessità che avevo manifestato circa il rapporto costi/benefici dell'impegno che il sindaco, con dichiarazioni tonitruanti, aveva assunto con il titolare di Linea d'ombra.

Sono tornato con la mente alle dichiarazioni entusiastiche del sindaco stesso e dell'assessore Perbellini alla chiusura della mostra su Corot, organizzata in autonomia dal Comune e dal Museo del Louvre e non posso che sorridere delle polemiche sorte allora e dei risultati di adesso. Ma cosa è rimasto alla città dopo la mostra?

La Gran Guardia si è dimostrata una sede ridondante rispetto al flusso di visitatori effettivi, mantenendo parzialmente funzionalità di utilizzo della sala convegni e degli spazi a piano terra, perdendo clamorosamente però quell'integrità che l'aveva fatta eleggere sede congressuale d'eccellenza per l'affermazione di Verona nel mercato internazionale. Il Palazzo della Ragione non decolla come sede espositiva per mancanza di mostre di adeguato spessore. C'è una richiesta di risarcimento danni milionaria intentata da Goldin stesso.

Ce n'è abbastanza da riflettere alla vigilia di una tornata elettorale...

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Corot, cos' rimasto alla citt dopo la mostra?

VeronaSera è in caricamento