Il presidente di Agsm: «Per chi non ha ritirato la pensione, proroga a giugno dei pagamenti»

Il sindaco Sboarina: «Per chi esce di casa senza guanti e mascherine multe da 400 euro»

 

Nel corso del punto stampa di oggi, mercoledì 15 aprile, il sindaco di Verona Federico Sboarina ha voluto sottolineare l'importanza del rispetto delle regole da parte dei cittdini. In particolare per quel che riguarda l'attività motoria, da ieri consentita anche a Verona "in prossimità" della propria abitazione, il primo cittadino scaligero ha ricordato che l'ordinanza regionale prevede l'obbligo di indossare mascherine e guanti, o comunque l'utilizzo di gel igienizzanti per la mani. In caso contrario, ha ricordato il sindaco, si viene sanzionati e le multe sono anche piuttosto salate, pari cioè a un minimo di 400 euro.

Sboarina ha poi affrontatoil tema dell'emergenza "economica" che il territorio veronese sta attraversando, auspicando che tutti gli imprenditori che possono, in base alle norme, gradatamente riaprire lo facciano, naturalmente con le dovute precauzioni e prendendo le idoneee misure di sicurezza. In merito il sindaco ha poi sottolineato l'importanza di "sburocratizzare" il Paese, esigenza già presente prima dell'emergenza e ad oggi ancora più urgente.

Presente nel corso della conferenza stampa anche il presidente di Agsm Energia Mario Faccioli, il quale ha voluto portare alla cittadinanza un messaggio di vicinanza e solidarietà, in particolare nei confronti di quelle persone che stanno affrontando delle difficoltà: «Se avete delle criticità specifiche, - ha detto il presidente Faccioli - segnalatecele anche a noi, non solo al sindaco come giustamente fate. Ad esmpio vi sono persone anziane che hanno fatto fatica a ritirare la pensione o non ci sono proprio riuscite e, quindi, non hanno potuto pagare i bollettini. Per queste persone, - ha detto il presidente Faccioli - prorogheremo la possibilità di pagamento fino al 15 di giugno, quindi teoricamente quando sarà finito il periodo che il Dpcm prevede sia di chiusura e valuteremo eventuali proroghe ulteriori».

Per quanto riguarda poi quelle aziende chiuse che da marzo a maggio riceveranno bollette e conguagli, il presidente di Agsm ha spiegato che «avranno la possibilità della rateizzazione, quindi potrannno trovare un accordo di volta in volta in base alla tipologia di azienda e al "quantum" della bolletta». Per quelle persone che invece si trovano in cassa integrazione, oppure sono state licenziate o non hanno avuto rinnovi dei contratti, il presidente di Agsm ha spiegato che «vi sarà possibilità di rateizzazione che valuteremo sempre sulla scorta di opportuna certificazione delle varie situazioni di difficoltà». Le informazioni necessarie per inoltrare le proprie richieste sono disponibili sul sito web istituzionale di Agsm, ma è anche possibile scrivere utilizzando direttamente la mail del presidente Mario Faccioli.

In merito ai casi di soggetti positivi all'interno dell'hotel che ospita i migranti in Zai, il sindaco Sboarina ha sottolineato che la prefettura si sta muovendo per cercare la giusta soluzione. Ad ogni modo, il primo cittadino ha spiegato che dalla prefettura sono arrivate già da qualche giorno disposizioni per «una vigilanza fissa 24 ore su 24 e una sorveglianza fiduciaria e quindi si è nella massima tutela sia dal punto di vista sanitario, sia dal punto di vista della sicurezza loro e di tutti». Sboarina ha poi aggiunto che «la prefettura sta cercando di trovare una soluzione dal punto di vista logistico rispetto al posizionamento dei contagiati che è un numero particolarmente elevato». 

Potrebbe Interessarti

Torna su
VeronaSera è in caricamento