Sboarina annuncia: «Riapriamo il Teatro Romano». Ass. Briani: «L'Estate teatrale veronese ci sarà»

Oggi riaprono la Biblioteca Civica e i 12 punti lettura a Verona, mentre a luglio sarà la volta del Teatro Romano con spettacoli in programma fino alla fine di settembre: «Ci sarà anche il Festival della Bellezza»

 

Il sindaco di Verona Federico Sboarina ha inaugurato il punto stampa di oggi, mercoledì 3 giugno, sottolineando come in questa nuova fase «è possibile spostarsi da regione a regione e quindi vi è la necessità di rimettere la nostra città al centro del palcoscenico per garantire un maggiore afflusso di visitatori e turisti». Il sindaco ha quindi evidenziato come il video andato in onda su Rai 1 ieri sera con Vittorio Grigolo che in Arena intona l'Inno d'Italia, sia un modo per promuovere a livello non solo nazionale ma anche internazionale l'immagine di Verona: «La promozione della nostra città la stiamo già facendo, ma dovremo continuare a portarla avanti».

L'esibizione di Vittorio Grigolo in Arena - Facebook Sboarina Sindaco

«Un altro segnale della città che si apre è quello del mercato di piazza delle Erbe, un mercato che al momento è chiuso, ma l'ordinanza che tra oggi e domani andrò a firmare ne determinerà la riapertura con la giornata di venerdì 5 giugno», così il sindaco Sboarina ha poi annunciato la novità prevista per questa settimana. Sempre in quest'ottica il primo cittadino scaligero ha ricordato che «già il 31 maggio abbiamo aperto al pubblico la nostra Arena, simbolo e monumento della città più importante e conosciuto e anche su questo abbiamo giocato d'anticipo».

Dall'Arena di Verona, anfiteatro romano, al Teatro Romano cittadino, il sindaco ha quindi annunciato che «anche il Teatro Romano lo riapriamo con la metà di luglio, sarà diverso rispetto al solito ma non è detto che allestimenti più leggeri non sottolineino in realtà ancora di più la bellezza dei nostri monumenti dove sarà possibile assistere a degli spettacoli». A fianco del sindaco erano questa mattina presenti anche l'assessore alla Cultura Francesca Briani e il direttore artistico degli spettacoli del Comune di Verona Carlo Mangolini. L'Ass. Briani ha esordito anzitutto ricordando che «oggi aprono tutte le nostre biblioteche, la Biblioteca Civica e i dodici punti di lettura, mentre annunciamo che la 72esima edizione dell'Estate teatrale veronese ci sarà, naturalmente in forma adeguata al momento, ma con un allestimento che sarà anche suggestivo seppur penalizzato nel numero dei posti disponibili».

In merito l'Ass. Briani ha chiarito che «i posti sulla base della normativa attuale al Teatro Romano dovrebbero essere 310, ma non è detto che magari qualcosa possa cambiare e ci consenta di aumentare la capienza». Circa la durata della 72esima edizione dell'Estate teatrale veronese al Teatro Romano, l'Ass. Briani ha specificato che «inizierà a metà luglio e durerà fino alla fine di settembre e vedrà la presenza di molte compagnie nazionali». Ma quest'estate a Verona a riprendere non sarà solo l'Estate teatrale, bensì come annunciato sempre dall'Ass. alla Cultura Francesca Briani, «al Teatro Romano si farà anche il Festival della Bellezza (da metà agosto, ndr) organizzato dall'associazione culturale Idem, quindi tantissimi appuntamenti, ma avremo quest'anno anche le compagnie di teatro veronesi con spettacoli di prosa e danza». Altra novità in arrivo e annunciata sempre dall'Ass. alla Cultura è «la ripertura del Chiostro di Sant'Eufemia già dalla seconda metà di giugno e per il teatro amatoriale anche del chiostro dell'Arsenale».

Tra le presenze annunciate al Festival del Teatro Romano a luglio, l'Ass. Briani ha svelato «ci sarà anche Isabella Ferrari e molte presenze femminili nel nostro programma, proprio perché a causa del lockdown quest'anno abbiamo dovuto saltare le celebrazioni dell'8 marzo, e quindi spazio al femminile per questa stagione». Il direttore artistico degli spettacoli del Comune di Verona Carlo Mangolini a sua volta ha spiegato che anche «la musica ritornerà con gli appuntamenti tradizionali sia del Jazz che di Rumors, mentre per la danza ci saranno molte compagnie con grande attenzione alle realtà del territorio».

Potrebbe Interessarti

Torna su
VeronaSera è in caricamento