Indagine 'ndrangheta, Sboarina: «Spero venga dimostrata estraneità ai fatti, altrimenti tutti saremmo schifati»

Il sindaco di Verona ha detto di voler attendere sviluppi ed esiti dell'inchiesta, ma ha anche evidenziato «mi auguro che possano dimostrare la loro estraneità le persone che hanno ricoperto o ricoprono ruoli amministrativi»

 

Il sindaco di Verona Federico Sboarina nel corso del punto stampa di oggi, venerdì 5 giugno, ha voluto commentare l'indagine "Isola scaligera" presentata ieri mattina dalla DDA di Venezia: «L'ho già detto ieri, ci sono delle indagini in corso e dunque non mi esprimo né dò giudizi in riferimento a nulla e a nessuno perché come si dice in questi casi la giustizia deve fare il suo corso, non è una formalità ma è corretto. Quello che voglio dire, - ha poi aggiunto Federico Sboarina - è che auspico e mi auguro che le persone che sono coinvolte, soprattutto quelle persone che hanno o hanno avuto dei ruoli nella pubblica amministrazione, possano dimostrare la loro estraneità ai fatti. Me lo auguro, perché se così non fosse significherebbe che ci sono dei legami con la criminalità organizzata, con il nostro territorio e questo purtroppo lo avevamo già visto, le interdittive antimafia fatte in questi anni dal prefetto Mulas e dal prefetto Cafagna lo stanno a dimostrare».

Il primo cittadino scaligero ha quindi ribadito il concetto: «Mi auguro che possano dimostrare la loro estraneità le persone che hanno ricoperto o ricoprono ruoli amministrativi, perché se così non fosse devo dire che io, così come la stragrande maggioranza, tutti i veronesi perbene, tutti i veronesi che fanno fatica ad arrivare a fine mese, tutti i veronesi che vivono correttamente ed onestamente, sarebbero schifati. Io l'ho sempre detto, - ha aggiunto il sindaco Sboarina - la criminalità organizzata, che sia 'ndrangheta, camorra o mafia, deve sapere che qui non li vogliamo, non devono esistere, ma qui non li volevamo prima e non li vogliamo adesso. Attendiamo gli sviluppi di queste indagini, perché io aspetto sempre il "giudicato", ma non vogliamo la criminalità organizzata in questa città, non la vogliamo infiltrata da nessuna parte, pubblica o privata che sia».

Potrebbe Interessarti

Torna su
VeronaSera è in caricamento