Controlli sui luoghi di lavoro: verifiche in 5.403 aziende venete di cui 717 in terra veronese

I principali criteri per la selezione delle attività produttive da controllare durante l'emergenza sanitaria sono la numerosità dei dipendenti, ma anche le segnalazioni di criticità pervenute

Coronavirus - lavoro

In attuazione del protocollo di regolamentazione condiviso tra le parti sociali il 14 marzo scorso e ratificato dalla D.G.R. numero 346 del 17 marzo, è stata avviata in Veneto un’attività di supporto e di controllo delle aziende produttive, organizzata dai Dipartimenti di Prevenzione territorialmente competenti (avvalendosi principalmente di SPISAL, ma anche di SISP, SIAN e Servizi Veterinari, in base al tipo di azienda da controllare).

I principali criteri per la selezione delle attività produttive da controllare sono la  numerosità dei dipendenti, al fine di verificare l’adesione al protocollo di regolamentazione nelle aziende verosimilmente a maggior rischio per la diffusione del coronavirus, ma anche le segnalazioni di criticità pervenute principalmente da lavoratori, associazioni, RLS e utenti.

In particolare, viene verificata l’applicazione delle seguenti misure di contenimento: il distanziamento tra le persone di almeno un metro, l' utilizzo di mezzi per la protezione delle mani e delle vie respiratorie, la presenza di detergenti/igienizzanti per il lavaggio delle mani, la presenza di prodotto disinfettanti per la pulizia delle superfici, la presenza di cartellonistica informativa, il ricorso alle modalità di lavoro agile, la gestione delle modalità di accesso e uscita di lavoratori, fornitori e visitatori e, infine, la regolamentazione dell’accesso a mensa, bagni e spogliatoi. All’attività di controllo, è affiancata l’attività di assistenza, con diffusione di indirizzi operativi.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

In tutto il territorio regionale del Veneto, dall'inizio dei controlli alla data di ieri, giovedì 16 aprile, sono state verificate 5.403 aziende in totale per un numero complessivo di 230.868 lavoratori. Per quanto riguarda l'area veronese di competenza della Ulss 9 Scaligera, fino a ieri sono state controllate 717 attività produttive, per un totale di 46.717 lavoratori. Nella sola giornata di mercoledì nell Veronese sono state controllate 46 aziende, tra cooperative dei servizi sociali e settore metalmeccanico, per un totale di 1.619 lavoratori.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Due classi chiuse per casi positivi al virus nel Veronese: «Rispettate le precauzioni»

  • Per gli otto comuni veronesi confinanti col Trentino 4 milioni di euro

  • La fuga dopo la rapina diventa un incidente mortale: perde la vita una 29enne

  • Innamorata di un ragazzo, genitori non approvano e la tengono chiusa in casa

  • Maxievasione fiscale: sequestrati denaro e beni per 1,4 milioni di euro

  • Cosa fare a Verona e provincia durante il weekend dal 25 al 27 settembre 2020

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
VeronaSera è in caricamento