Mercoledì, 16 Giugno 2021
Cronaca Borgo Trento / Piazzale Aristide Stefani

Contagi ridotti al minimo, ma crescono sempre le vittime del coronavirus

Dalle 8 alle 17 di Pasquetta, il numero degli infettati rimane stabile nel Veronese e diminuisce la pressione dei pazienti Covid-19 negli ospedali. Ma i decessi si contano ancora

Foto generica di repertorio

In nove ore non è cambiata molto la fotografia scattata alla diffusione del coronavirus in Veneto. Dopo il rilevamento fatto questa mattina, 13 aprile, alle 8, la Regione ha diffuso un report aggiornato alle 17. I mutamenti sono pochi e quasi tutti in positivo.

I CASI POSITIVI. In Veneto si continuano a svolgere test a tampone per individuare i cittadini contagiati dal virus. Il totale dei test positivi è salito da questa mattina a 14.288 (+37 casi positivi rispetto alle 8 di oggi), ma sono diminuti i veneti attualmente positivi al test, passati da 10.766 a 10.710. Aumentano quindi gli abitanti del Veneto negativizzati (2.679) ma purtroppo anche i deceduti (899).
In provincia di Verona la situazione è simile. Ci sono 8 nuovi casi positivi di coronavirus (3.555 in totale), ma resta fermo a 3.005 il numero dei chi è attualmente infettato dal virus. Gli 8 nuovi casi sono stati conteggiati tra i negativizzati (diventati 293) e tra i deceduti (257).

IL CORONAVIRUS NEGLI OSPEDALI. Si alleggerisce sia in Veneto che nel Veronese la pressione dei malati Covid-19 nelle stanze degli ospedali. In tutta la regione ci sono 1.420 malati nelle aree non critiche (-7 in nove ore) e 240 malati nelle terapie intensive (-5 in nove ore). I dimessi dagli ospedali sono saliti a 1.739, ma ci sono 14 nuovi morti negli ospedali veneti. Significa che tra le 889 vittime di questa malattia, 793 sono avvenute in ospedale.
Negli ospedali veronesi ci sono 458 pazienti Covid-19 nei reparti: 54 a Borgo Roma, 28 a Borgo Trento, 58 a Legnago, 28 a San Bonifacio, 100 a Villafranca, 67 a Marzana, 19 a Bussolengo, 66 a Negrar e 38 a Peschiera del Garda. Ma ci sono anche i pazienti Covid-19 più gravi, ricoverati nelle terapie intensive. Nel Veronese sono 71: 15 a Borgo Roma, 25 a Borgo Trento, 6 a Legnago, 3 a San Bonifacio, 10 a Villafranca, 8 a Negrar e 4 a Peschiera del Garda. Il dato più triste è che 6 sono i pazienti deceduti negli ospedali veronesi dalle 8 alle 17 di oggi: uno a Borgo Roma, uno a Legnago, uno a Peschiera, uno a Negrar e due a Villafranca. Dall'inizio dell'emergenza, dagli ospedali veronesi sono stati dimessi 453 pazienti Covid-19 (+7 in nove ore), mentre il numero dei deceduti negli ospedali scaligeri è salito a 250.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Contagi ridotti al minimo, ma crescono sempre le vittime del coronavirus

VeronaSera è in caricamento