Cronaca Centro storico / Piazza Bra

Verona non abbandona gli anziani, potenziati tutti i servizi domiciliari

Ai servizi come la consegna di pasti a domicilio, l'assistenza a casa, il disbrigo di pratiche urgenti, si aggiunge anche la disponibilità di volontari che andranno a fare la spesa o a comprare medicinali

Foto di repertorio

Come i Comuni di Negrar e di Fumane, anche il Comune di Verona potenzia tutti i servizi domiciliari per andare incontro alle esigenze delle persone anziane alle quali, a causa dell'emergenza coronavirus, viene raccomandato di restare a casa. Un iniziativa che va incontro anche a quanto richiesto dai consiglieri del Partito Democratico.
Ai servizi come la consegna di pasti a domicilio, l'assistenza a casa, il disbrigo di pratiche urgenti, si aggiunge anche la disponibilità di volontari che andranno a fare la spesa o a comprare medicinali. Quanto erogato ogni anno a centinaia di anziani veronesi viene incrementato con più ore e più interventi da parte delle cooperative sociali affidatarie del servizio. Una possibilità per coloro che già usufruivano di questi supporti, ma anche per gli anziani che finora non ne avevano avuto bisogno e che adesso si trovano in difficoltà a causa dei divieti imposti per fermare i contagi.

Per usufruirne, è sufficiente che l'anziano o un familiare chiami il centro sociale territoriale di appartenenza e comunichi le nuove esigenze. Assistenti sociali e operatori risponderanno dal lunedì al venerdì, dalle 9 alle 13. Nello stesso orario è attivo anche il numero verde 800-085570.
Questi i numeri di telefono da contattare: per la prima circoscrizione (Città antica - Veronetta - Cittadella - San Zeno) 045 8034639; per la seconda circoscrizione (Borgo Trento - Avesa - Quinzano - Parona - Valdonega - Ponte Crencano) 045 8379673; per la terza circoscrizione (Borgo Milano - Stadio - Chievo - San Massimo) 045 8492102 - 045 8492101; per la quarta e quinta circoscrizione (Santa Lucia - Golosine - Madonna di Dossobuono; Borgo Roma - Cadidavid) 045 8238111 - 045 8238127; per la sesta, settima e ottava circoscrizione (Borgo Venezia - Borgo Trieste; Porto San Pancrazio - San Michele Extra - Madonna di Campagna; Montorio - Mizzole - Quinto - Poiano - Marzana - Santa Maria in Stelle) 045 8830809.

Il Comune di Verona ricorda invece che sono sospese fino al 3 aprile tutte le attività dei centri anziani, dello Spazio famiglie di Corte Molon, dei centri diurni e dei centri aperti a bambini e adolescenti e del centro interculturale Casa di Ramia.

Con un'associazione del terzo settore verrà però attivato un progetto di formazione per insegnare agli anziani come fare la spesa online. Ed essendo sospesa l'attività dei centri diurni e dei centri aperti, gli adolescenti verranno raggiunti e seguiti per via telematica.

Vogliamo essere vicini ai nostri anziani e garantire loro tutto il supporto di cui hanno bisogno - spiega l'assessore ai servizi sociali Stefano Bertacco - Ecco perché ci siamo attivati subito, attraverso i centri sociali territoriali, le cooperative e i volontari che operano nel terzo settore e che già collaborano con il Comune.
L'obiettivo è di andare incontro alle esigenze delle fasce più deboli, in questo caso gli anziani che, come raccomandato dalle autorità, devono rimanere in casa il più possibile per non rischiare di essere contagiati. Invitiamo pertanto tutti coloro che sono soli o che non possono essere aiutati dai familiari a telefonare. I nostri assistenti sociali e operatori saranno pronti a venire incontro alle loro esigenze.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Verona non abbandona gli anziani, potenziati tutti i servizi domiciliari

VeronaSera è in caricamento