Coronavirus. Scuole chiuse fino a marzo e stop alle forme di aggregazione

Lo ha annunciato il Governatore Zaia al termine di un incontro che si è tenuto nella mattinata di domenica: «Il numero dei contagiati certificati è salito purtroppo a 25, compreso il cluster di Vo' che sono 19 di cui il deceduto, Adriano Trevisan»

Un momento dell'incontro che si è tenuto domenica mattina - Foto Facebook dalla pagina Luca Zaia

«L'ordinanza è firmata, interdette tutte le manifestazioni che prevedono l'aggregazione di persone (compreso il Carnevale di Venezia), disinfezione dei treni e la chiusura di tutte le scuole di ordine e grado sino al 1° marzo prossimo», a dichiararlo è il governatore del Veneto Luca Zaia al termine dell'incontro sulla situazione del coronavirus con i direttori generali delle Ulss venete, in collegamento con il commissario Borrelli, il ministro Borrelli e il premier Conte.

Nella mattinata di domenica, a Palazzo Barbieri, si era tenuta la conferenza dei sindaci dell'Ulss 9 Scaligera, la quale era giunta alla conclusione di chiudere tutte le scuole in via precauzione fino al 26 febbraio

«Il numero dei contagiati certificati è salito purtroppo a 25, compreso il cluster di Vo' che sono 19 di cui il deceduto, Adriano Trevisan, tre operatori di Dolo (Venezia) (una cardiologa, un'addetta alla pulizie e un infermiere) poi abbiamo il contagiato di Mira e due signori anziani a Venezia città storica», aveva aggiunto lo stesso Governatore del Veneto, dicendo inoltre che «gli otto cinesi che potevano essere la pista del paziente zero di Vo' ad oggi sono risultati negativi. Dal punto di vista epidemiologico siamo ancora più preoccupati perchè se non troviamo il paziente zero vuol dire il virus è più ubiquitario di quello che si possa pensare». 

«Si tratta di misure precauzionali per garantire la salute dei cittadini - ha detto il sindaco di Verona, Federico Sboarina-. No agli allarmismi ma sì ad ogni forma di prevenzione necessaria, soprattutto quelle relative alle frequentazioni in luoghi affollati. Ricordo ai veronesi di attenersi alle linee guida del ministero e della Regione. Il Comune è in costante collegamento con le autorità sanitarie e abbiamo già predisposto tutta l'organizzazione necessaria ad ogni eventuale azione tempestiva, come richiesto dal decreto ministeriale di sabato sera. L'impegno di tutti è di circoscrivere il contagio».     

Coronavirus: l'ordinanza del Comune di Verona

Coronavirus: l'ordinanza della Regione Veneto

Allegati

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Tragico incidente sul lavoro: operaio 38enne precipita a terra e muore

  • Virus, il vaccino veronese fa sperare: «È ben tollerato e induce risposta immunitaria»

  • Ordinanza Zaia: si può passeggiare al lago o in montagna? Mascherina, multe ai gestori locali

  • Tragico scontro tra auto e camion nella Bassa: morto un trentenne

  • Giovane veronese muore in un incidente il giorno del compleanno al rientro dal lavoro

  • Regalo di Natale dal Governo per chi paga con bancomat e carte: cos'è il "cashback"?

Torna su
VeronaSera è in caricamento