Hellas Verona, Pessina: «Quotidianità cambiata, ma mi tengo attivo»

Il giocatore gialloblu ha raccontato le sue giornate in isolamento a causa del coronavirus, tra studio, serie tv e cucina. «Solo una cosa non è cambiata: continuo ad allenarmi tutti i giorni»

Pessina (Foto di repertorio)

Come per tutti la mia quotidianità è evidentemente cambiata, se non per una cosa, nel senso che continuo ad allenarmi tutti i giorni.

Il calciatore dell'Hellas Verona Matteo Pessina ha raccontato al sito ufficiale del club scaligera come sono cambiate le sue giornate a causa del coronavirus. «Non posso uscire a correre, dovendo stare a casa, peró il preparatore atletico Paolo Barbero ci ha dato un programma da seguire: un po' di forza per le gambe, addominali, stretching, esercizi a corpo libero e per gli arti superiori. Cerco di seguire scrupolosamente il programma per trascorrere attivamente il tempo ma anche per tenermi davvero il più possibile in forma, visto che non possiamo ancora sapere quando torneremo ad allenarci sul campo e quando riprenderemo a giocare. E il nostro responsabile sanitario, il dottor Dario Donato, ci ha dato delle linee guida da seguire, cioè restare a casa per questo periodo e avvisarlo immediatamente se dovessimo avere sintomi come tosse, febbre, difficoltà respiratorie: nel caso provvederebbe lui a fare tutti gli accertamenti. Altra cosa: ci ha anche dato dei consigli alimentari che sono ovviamente diversi da quelli che seguiamo durante una settimana di allenamenti e partita».

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Per il resto cerco di fare più cose possibili - prosegue Pessina - Sto preparando l'esame di diritto privato, guardo molte serie tv, ho fatto dei puzzle e un lego che fortunatamente avevo già in casa, cerco di cucinare il meglio possibile e infatti ho anche scoperto di essere un bravo chef. Anche tra compagni di squadra ci sentiamo spesso, scriviamo molto sul gruppo whatsapp per tenerci aggiornati sulle varie notizie che escono e cerchiamo di stare ancora più uniti in questo periodo particolare. Siamo abbastanza sereni, ora che siamo chiusi in casa, ma sappiamo che questo virus non guarda in faccia a nessuno e quindi cerchiamo di seguire tutte le direttive.
Ai nostri tifosi dico che usciremo da questo brutto periodo, che se restiamo a casa e seguiamo tutte le regole potremo tornare presto al Bentegodi a gioire insieme.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • L'Aifa autorizza la sperimentazione sul vaccino anti Covid-19: si farà a Verona

  • Il post Facebook del sindaco di Verona Sboarina sul virus e gli sbarchi dei migranti

  • Scuola, ecco il calendario per il Veneto: si parte il 14 settembre, si chiude il 5 giugno

  • Orologio da 40 mila euro rubato in gioielleria a Verona: padre e figlio in manette

  • Coronavirus: boom di contagiati in Veneto, fra cui pochi veronesi

  • Morto a 37 anni sulla A22, l'appello della moglie: «Cerco testimoni dell'incidente»

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
VeronaSera è in caricamento