Venerdì, 6 Agosto 2021
Cronaca Centro storico / Piazza Bra

Sboarina, Scalzotto e Zenti: «Verona può contare sui suoi cittadini e fedeli»

Lettera del sindaco di Verona, del presidente della provincia e del vescovo. «I costi in termini sociali, umani e religiosi, oltre che economici, del coronavirus, sono altissimi»

Verona (Foto di repertorio)

Carissimi concittadini e carissimi fedeli della diocesi di San Zeno.

Questo l'incipit della lettera inviata oggi, 14 marzo, a tutti i veronesi dal sindaco di Verona Federico Sboarina, dal presidente della Provincia Manuel Scalzotto e dal vescovo Giuseppe Zenti. «Come autorità istituzionali che rappresentano i cittadini, abbiamo ritenuto opportuno rivolgervi una parola concorde», prosegue il messaggio che di seguito pubblichiamo.

È questo infatti il momento di esprimersi coralmente e far sentire che, comunque, ci state tutti a cuore. Vi siamo vicini e con voi condividiamo, con sofferenza, le restrizioni rese necessarie per uscire dalla pandemia del Covid 19.
Il vuoto delle piazze, delle strade, degli esercizi commerciali e delle chiese provoca d’istinto un senso di sgomento e di angoscia. Vi pensiamo racchiusi, in quarantena forzata, nelle vostre case. Gravati da disagi e difficoltà. Pensiamo alla complessità delle situazioni create dalla presenza dei figli rimasti a casa dalla scuola, costretti a vivere magari in appartamenti che non consentono ampi movimenti, senza possibilità di accedere ai giardini o al parco. Pensiamo a voi anziani gravati dalla solitudine, a voi malati, a voi infermi in carrozzella o a letto, a voi disabili, e a chi vi sta accudendo nei limiti del possibile.
Eppure, quanti eroismi! Abbiamo davanti agli occhi i medici, gli infermieri e tutti gli operatori socio-sanitari con le mascherine, ma pensiamo anche a tutti coloro che sono in prima linea in questi giorni difficili.
Pensiamo pure a voi, famiglie colpite dai lutti, private del conforto di una consistente presenza di amici e della celebrazione liturgica. Pensiamo a voi che vi trovate in bilico sul futuro dell’occupazione. Pensiamo alle conseguenze della preoccupante crisi economico finanziaria, che tocca oramai tutti i settori.
È inutile nasconderlo, i costi in termini sociali, umani e religiosi, oltre che economici, del coronavirus, sono altissimi. Sappiamo però che sui suoi cittadini e fedeli Verona può contare. Auspichiamo che un tale sacrificio dell’intera collettività giovi a liberarci quanto prima da questa situazione, che ci vede in lotta contro un virus dal veloce contagio.
Siamo in guerra contro un nemico invisibile. Difendiamoci con le armi della prudenza, senza lasciarci deprimere.

Queste le parole trasmesse da Sboarina, Scalzotto e dal vescovo Zenti, il quale ha inviato una speciale benedizione ed ha affidato l'intera cittadinanza all'intercessione della Madonna della Salute.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Sboarina, Scalzotto e Zenti: «Verona può contare sui suoi cittadini e fedeli»

VeronaSera è in caricamento