Covid-19, nuova impennata di casi a Verona, ma prosegue il calo dei ricoveri

Altri 82 tamponi positivi sono stati registrati nella provincia scaligera tra le 17 del 1° e le 8 del 2 aprile. Come nel resto del Veneto però, si abbassa ulteriormente il numero dei pazienti d'ospedale e cresce quello dei negativizzati

Immagine generica

Sono 363 i nuovi tamponi positivi al Covid-19 in Veneto, per un totale di 10111. Ad evidenziarlo il bollettino regionale relativo alle ore 8 di giovedì 2 aprile. In regione i casi attualmente positivi sono 8911: agli oltre 10 mila infatti vanno tolte le 532 persone contagiate purtroppo decedute fino ad ora (15 in più rispetto al dato delle ore 17 del 1° aprile) e le 668 negativizzate (+63 rispetto a mercoledì), mentre sono 20278 i soggetti in isolamento domiciliare. 
A Verona i nuovi casi hanno subito un'impennata nel corso della notte: 82 sono infatti i tamponi risultati positivi, per un totale di 2405, due in più di Padova (alla quale però vanno sommati anche i contagi della zona di Vo' Euganeo). Anche in questo caso però vanno sottratte dal conto totale le 156 persone positive che hanno perso la vita (+5) e le 67 negativizzate (+20): i casi attualmente positivi sono dunque 2182, mentre 3031 individui si trovano in isolamento domiciliare. 

La parabola dei ricoveri sembra invece continuare piano piano a scendere in Veneto. Risultano essere infatti 2015 (-29) le persone ricoverate, 1670 (-26) delle quali in area non critica e 345 (-3) in terapia intensiva. 
Il calo dei ricoveri si conferma anche nell'area Veronese, dove sono attualmente 583 (-10) le persone costrette alle cure ospedaliere. L'area non critica ospita complessivamente 474 (-9) pazienti, mentre le terapie intesive hanno in cura 109 (-1) individui. 
Questa la situazione ospedale per ospedale: a borgo Roma sono 71 (-10) i pazienti in area non critica e 24 (0) in terapia intesiva; a borgo Trento sono 37 (-2) i pazienti in area non critica e 32 (0) in terapia intesiva; a Legnago sono 70 (+1) i pazienti in area non critica e 8 (0) in terapia intesiva; a San Bonifacio sono 12 (0) i pazienti in area non critica e 7 (0) in terapia intesiva; a Villafranca (ospedale Covid-19 per il Veronese) sono 123 (+4) i pazienti in area non critica e 17 (-1) in terapia intesiva; a Marzana sono 36 (0) i pazienti in area non critica; a Negrar sono 78 (-3) i pazienti in area non critica e 10 (0) in terapia intesiva; a Peschiera sono 47 (+1) i pazienti in area non critica e 11 (0) in terapia intesiva. 
Fra le 17 di mercoledì e le 8 di giovedì, sono 5 le persone decedute positive al Covid-19 in provincia: 2 all'ospedale di borgo Roma, 2 in quello di Villafranca e 1 a Negrar. Per quanto riguarda le persone dimesse, in Veneto hanno raggiunto quota 1001 (+50), 227 (+17) delle quali registrate nell'area scaligera. 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Tragico incidente sul lavoro: operaio 38enne precipita a terra e muore

  • Virus, il vaccino veronese fa sperare: «È ben tollerato e induce risposta immunitaria»

  • Ordinanza Zaia: si può passeggiare al lago o in montagna? Mascherina, multe ai gestori locali

  • Tragico scontro tra auto e camion nella Bassa: morto un trentenne

  • Giovane veronese muore in un incidente il giorno del compleanno al rientro dal lavoro

  • Regalo di Natale dal Governo per chi paga con bancomat e carte: cos'è il "cashback"?

Torna su
VeronaSera è in caricamento