menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
La sanificazione di una casa di riposo

La sanificazione di una casa di riposo

Covid-19 nelle case di riposo veronesi, 420 contagiati e 177 deceduti

La provincia di Verona è quella con il maggior numero di strutture coinvolte dall'epidemia. E tra chi lavora in queste strutture il numero di contagiati è 210 su un totale di 5.535 operatori

Ne ha fatto un accenno ieri, 18 maggio, anche l'assessore regionale alla sanità Manuela Lanzarin al termine dell'aggiornamento sull'emergenza coronavirus. La diffusione di Covid-19 nelle case di riposo venete sembra essersi arrestata ed i casi di positività diminuiscono. Rispetto a due settimane fa, gli anziani positivi al test a tampone sono diminuti dell'1,9% (-637), mentre tra chi lavoro in quelle strutture la diminuzione dei test positivi è stata dell'1,2% (-368).

La situazione nelle residenze per anziani migliora, ma non abbastanza da permettere un calo dell'attenzione. I numeri, infatti, sono ancora alti, soprattutto nell'area dell'Ulss 9 Scaligera, ovvero la provincia di Verona. Il Veronese è il territorio con più case di riposo infettate dal coronavirus (75) e il totale di ospiti in queste case di riposo è di 5.294. Sono 420 (7,9%) i casi positivi riscontrati tra gli anziani veronesi, 42 dei quali sono stati ricoverati. E dall'inizio dell'emergenza sono stati 177 gli ospiti delle case di riposo della provincia di Verona morti per Covid-19.
Tra chi lavora nelle case di riposo veronesi, dipendenti e non, sono 210 i casi positivi riscontrati su un totale di 5.535 lavoratori (3,8%). 

16-5-2020-2

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

VeronaSera è in caricamento