Meno pazienti Covid nei reparti ma non nelle terapie intensive veronesi

Il bollettino delle 17 della Regione Veneto conferma il calo degli attuali casi positivi al coronavirus in provincia di Verona. Ci sono anche meno pazienti negli ospedali, ma i gravi non scendono

Foto di repertorio

Secondo bollettino di oggi, 30 aprile, sull'emergenza coronavirus in Veneto. Dopo quello aggiornato alle 8 di questa mattina, la Regione Veneto ha diffuso un secondo report aggiornato alle 17. 

I CASI POSITIVI AL COVID-19. Rispetto alle 8 di stamane, il numero di cittadini positivi ai test a tampone eseguiti in Veneto è salito di 54 unità in regione, arrivando a 18.014. Si tratta, come sempre, di un dato cumulativi, suddiviso poi in tre parti dalla Regione: i cittadini veneti attualmente positivi sono 8.191, mentre sono 8.349 i negativizzati. I restanti 1.474 sono purtroppo i casi positivi deceduti.
A Verona si conta il più alto numero di casi positivi in regione, 4.679 (+13 nelle ultime 9 ore), ma fortunatamente cala il numero dei veronesi attualmente positivi (2.842). Sale la curva dei negativizzati, giunti a 1.423. Ma sfortunatamente si aggiorna anche il numero dei morti, saliti a 414 (+3 rispetto al dato di questa mattina).

I RICOVERATI PER COVID-19. La Regione Veneto scende sotto la soglia psicologica dei 1.000 pazienti ricoverati nelle aree non critiche (990) e si avvicina anche alla soglia dei 100 ricoverati nelle terapie intensive. Anche questo dato è in calo ed ha raggiunto la cifra di 110.
Negli ospedali veronesi calano i pazienti Covid non critici, ma aumento seppur di poco i pazienti in terapia intensiva. Nei reparti, i malati di coronavirus veronesi sono 322 (-10 in nove ore): 25 a Borgo Roma, 13 a Borgo Trento, 32 a Legnago, 3 a San Bonifacio, 83 a Villafranca, 58 a Marzana, 23 a Bussolengo, 3 a Bovolone, 39 a Negrar e 43 a Peschiera del Garda. Nelle terapie intensive veronesi, invece, ci sono 39 pazienti Covid (+1 in nove ore): 10 a Borgo Roma, 11 a Borgo Trento, 4 a Legnago, 1 a San Bonifacio, 8 a Villafranca, 4 a Negrar e 1 a Peschiera.
I dimessi dagli ospedali veneti sono saliti dai 2.607 di questa mattina ai 2.631 di questo pomeriggio. Nel Veronese i dimessi sono passati da 725 a 735.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Tragico incidente sul lavoro: operaio 38enne precipita a terra e muore

  • Ordinanza Zaia: si può passeggiare al lago o in montagna? Mascherina, multe ai gestori locali

  • Virus, il vaccino veronese fa sperare: «È ben tollerato e induce risposta immunitaria»

  • In sella alla moto sbatte contro un'auto a Pizzoletta e perde la vita

  • Regalo di Natale dal Governo per chi paga con bancomat e carte: cos'è il "cashback"?

  • Nuovi chiarimenti della Regione sull'ordinanza di Zaia: sì a camminate gruppi nordic walking

Torna su
VeronaSera è in caricamento