“Con l’Arena sul Monte Baldo”. Le voci dell'anfiteatro tornano in alta quota

L'undicesima edizione dell'evento si terrà domenica 10 luglio alle 15 in località Pozza di Stella: "È una bellissima occasione per unire lo spirito dell'anima e quello del corpo con lo sport che si pratica in quota"

Foto Ennevi

Anche per il 2016 torna “Con l’Arena sul Monte Baldo”, appuntamento con la lirica in alta quota giunto alla sua undicesima edizione.
Il Concerto, organizzato dalla Funivia Malcesine-Monte Baldo in collaborazione con la Fondazione Arena di Verona, vedrà esibirsi il Quintetto d’Ottoni e il Coro della Fondazione Arena di Verona diretto dal Maestro Vito Lombardi e accompagnato al pianoforte dal M° Maria Cristina Orsolato.

Nella suggestiva cornice del Monte Baldo che si affaccia sul lago di Garda riecheggeranno arie tratte dalle più celebri opere di G. Bizet, P. Mascagni, G. Verdi, ma anche brani di L. Bernstein, J. Clarke, W. Byrd, S. Joplin, oltre ad alcune musiche tradizionali con arrangiamenti di Howarth e l’Anonimo di El Vito, per un connubio di arte e natura che richiama, a partire dal 2004, un grandissimo numero di veronesi e appassionati.

La manifestazione è ad ingresso gratuito e si svolgerà in Località Pozza della Stella; lungo le stazioni della funivia sono collocati alcuni elementi scenografici concessi dalla Fondazione Arena fino al termine del Festival 2016.

"Torna il consueto appuntamento sul Baldo insieme con la Fondazione Arena - ha esordito Gavazzeni -. È una bellissima occasione per unire lo spirito dell'anima e quello del corpo con lo sport che si pratica in quota. Abbiamo aderito con molta gioia al progetto e a quest'anno non ci sarà solo il coro, ma per dare varietà al programma presentiamo anche il nostro Quintetto di ottoni, ad alta quota l'effetto sarà bello. Nella prima parte verranno eseguiti cori celebri, poi seguirà il repertorio tipico degli ottoni con marce e fanfare. Sarà un Bel pomeriggio per tutti, sia per quelli abituati ad ascoltare musica e l'opera ma anche per gli altri".

"L'esibizione del Coro dell'Arena sul Baldo é diventato un appuntamento che il territorio ci chiede. L'anno scorso siamo ripartiti dopo circa 3 anni che era stato sospeso. Sono convinto che la filiera dell'eccellenza veronese debba andare congiuntamente - ha detto Polato -. Noi movimentiamo 500 mila passeggeri l'anno, la Fondazione Arena è conosciuta in tutto il mondo, Quindi sarebbe un delitto non unirle per raggiungere risultati ancora più grandi. L'anno scorso é stato un successo, quest'anno abbiamo avuto segnali di turisti e appassionati che ci hanno chiesto di programmarlo. Si conferma inoltre l'esposizione per tutta la stagione turistica di alcune delle scenografie areniate nelle nostre tre stazioni. L'idea é buona e lo dimostrano i molti turisti che si fotografano vicino all'allestimento. La funivia ci mette il Panorama, che è spettacolare, la Fondazione ci mette l'arte, l'augurio é che diventi l'appuntamento annuale del Coro in montagna".

Con l'Arena sul Monte Baldo_2015-2

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Una città intera in lutto: si è spento Roberto Puliero e Verona perde la sua voce

  • Sbanca a L'Eredità, dipendente comunale pensa ai colleghi in difficoltà

  • Cosa fare a Verona e provincia durante il weekend dal 15 al 17 novembre 2019

  • Terremoto nella Bassa Veronese: registrate tre scosse ravvicinate

  • Il cordoglio della politica veronese per la scomparsa di Roberto Puliero voce della città

  • Madre e figlia dirette a Londra arrestate all'aeroporto Catullo dalla polizia

Torna su
VeronaSera è in caricamento