menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Foto di repertorio

Foto di repertorio

Teme di essere nel mirino di un gruppo criminale e paga coppia di truffatori

Avrebbero potuto rapirgli la figlia o incendiargli l'attività, ma questi malviventi non esistevano. Vittima un'imprenditore veronese che allertando i carabinieri ha fatto arrestare i truffatori

Truffa aggravata dal timore di un pericolo immaginario. Con questa accusa è finito in carcere a Montorio un 40enne di Caltanissetta, iniziali F.A.G.. Insieme a lui, i carabinieri hanno arrestato anche la compagna veronese 30enne, iniziali S.R.. Per lei l'accusa è di tentata truffa e per questo il giudice ha deciso di scarcerarla, ma le ha imposto il divieto di dimora nel comune della vittima.

Il pericolo sarà stato pur immaginario, ma era veramente terrificante. Come riportato da Camilla Ferro su L'Arena, l'arrestato aveva fatto credere alla vittima che un gruppo di criminali albanesi gli avrebbero potuto rapire la figlia oppure incendiare l'attività. E l'unico modo per evitare guai era pagare.

La vittima è un imprenditore dell'est veronese che ad inizio marzo ha subito un incendio da parte di ignoti nella sua azienda agricola. L'uomo aveva dei rapporti difficili con un vicino di casa e il 40enne siciliano gli ha riferito che proprio questo vicino di casa aveva contattato una banda di malviventi capaci di tutto. Per tenere lontano il pericolo, l'imprenditore avrebbe dovuto pagare e il 40enne avrebbe fatto da intermediario.

Ovviamente la storia non era vera, ma intanto il truffatore si è potuto piazzare con la compagna per un mese nel bed and breakfast della vittima senza spendere niente. Oltre a questo, F.A.G. è riuscito a farsi dare quasi 3.500 euro dal truffato, che quando ha capito il raggiro si è rivolto ai carabinieri.

Si arriva così all'arresto del 27 aprile, architettato dai militari. L'imprenditore ha preparato 5 mila euro, somma richiesta dal truffatore e dalla compagna per evitare ritorsioni da parte dei fantomatici criminali. Insieme alla vittima però ci sono i carabinieri che, dopo aver assistito allo scambio di denaro, hanno arrestato la coppia.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

VeronaSera è in caricamento