Mercoledì, 23 Giugno 2021
Cronaca

Lui per restare in Italia, lei per i soldi. Finti sposi scoperti dai carabinieri

Una coppia è stata fermata a San Giovanni Lupatoto proprio durante le nozze dai carabinieri. Lui voleva regolarizzare la proprio situazione ed è finito in carcere. Lei, invece, ai domiciliari

Foto di repertorio

Si terrà domani, 3 febbraio, l'udienza di convalida di due arresti eseguiti giovedì scorso, 30 gennaio, a San Giovanni Lupatoto dai carabinieri. Gli arrestati sono un cittadino marocchino, attualmente in carcere, e una giovane cittadina veronese che invece è agli arresti domiciliari. La curiosità riguardante questo arresto, riportata da Camilla Ferro su L'Arena, è che i due sono stati bloccati dai militari mentre si stavano sposando civilmente. E l'arresto sarebbe avvenuto nella flagranza del reato perché quel matrimonio sarebbe stato falso.

Secondo le accuse rivolte agli arrestati, i due si sarebbero messi d'accordo per fingersi marito e moglie. Lui lo avrebbe fatto perché irregolare nel territorio italiano e lei lo avrebbe fatto per denaro. Un'unione che sarebbe esistita solo formalmente, per permette all'uomo di restare in Italia e alla donna di ottenere una ricompensa economica. I due però non avrebbero avuto intenzione di vivere insieme e avrebbero dunque indotto con l'inganno il funzionario pubblico che celebrava le nozze a produrre un atto pubblico falso.

Orai due rischiano una pena che può arrivare fino ai 10 anni di reclusione.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Lui per restare in Italia, lei per i soldi. Finti sposi scoperti dai carabinieri

VeronaSera è in caricamento