menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Foto di Davide Papetti

Foto di Davide Papetti

La Coperta di Giulietta avvolge piazza Brà nel giorno della Festa della Donna

L'iniziativa ha preso il via alle prime luci di mercoledì, con l'installazione delle varie componenti dell'opera che verranno poi venduti per aiutare "Casa di Petra", una struttura di accoglienza per mamme e bambini vittime di violenza

Piazza Brà si è destata avvolta in una lunga coperta la mattina dell'8 marzo, Festa della Donna, che dai gradini di Palazzo Barbieri accarezza i marciapiedi del Liston, composta da centinaia di parti realizzate a mano per ribadire il NO alla violenza contro il sesso femminile. 

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

La Coperta di Giulietta, l'iniziativa promossa dall’Assessorato alle Pari opportunità del Comune di Verona, in collaborazione con l'associazione Ad Maiora e ASICJF Protezione della Giovane, è iniziata lo scorso 25 novembre sull’esempio e con l’aiuto del progetto Viva Vittoria Brescia. La posa degli oltre 10 mila quadrati di maglia fatti a mano è iniziata mercoledì mattina alle 6, con la presenza del Sindaco Flavio Tosi delll’assessore alle Pari opportunità Anna Leso e dei componenti delle tante associazioni aderenti e ai volontari intervenuti per la distensione e vendita delle coperte. 
I vari pezzi sono stati messi in vendita nel corso della giornata e il ricavato verrà devoluto alla “Casa di Petra”, una struttura di accoglienza per mamme e bambini vittime di violenza nella quale possono avviare un percorso di autosufficienza. 

Una bellissima iniziativa che vuole trasmettere un messaggio importante attraverso un’opera dolcissima. – sottolinea il Sindaco Tosi – La grande partecipazione di associazioni, volontari e cittadini fa comprendere quanto questa semplice idea non solo sia stata effettivamente compresa ed apprezzata dalle persone ma sia stata capace di avvicinarle, unirle e sensibilizzarle sul difficile tema della violenza sulle donne”.

“Un progetto che ha concretizzato un evento emozionante e di forte impatto. – spiega Leso – In poco più di tre mesi di lavoro è stato possibile raccogliere i 10 mila quadrati di maglia necessari alla realizzazione dell’opera. Un grande successo frutto di una rete di relazioni umane straordinaria, che ha coinvolto a Verona e in tutta Italia tantissime persone di tutte le età. Un’idea che, oltre ad essere stimolo per una attiva presa di coscienza sul problema della violenza sulle donne, è diventato l’impulso per concretizzare un progetto d’arte di particolare valore sociale che, con la vendita oggi dei piccoli pezzi d’arte, prezzo base di vendita 20 euro, consentirà la raccolta di fondi importanti a sostegno delle attività di aiuto del Centro Antiviolenza Petra e della Casa Rifugio”.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Sempre in piazza Brà è stato allestito, appositamente per la giornata, il gazebo della Polizia di Stato per promuovere la campagna informativa "Questo non è amore", con il personale della questura a disposizione di coloro che hanno bisogno di sostegno per casi di violenza o stalking. 

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
  • Benessere

    Pasta di legumi: benefici e ricetta

  • social

    Aperti online i Casting dello Zecchino d’Oro

  • social

    L'Acqua in uno scatto: concorso a premi

Torna su

Canali

VeronaSera è in caricamento