Qualità dell'aria. Arpav misura l'impatto degli inquinanti da fumo di legna

Stipulata una convenzione con il comune di Verona. Il monitoraggio parte lunedì e durerà per tutto l'inverno. Cinque le zone della città individuate per i campionamenti

Foto fonte Wikipedia

Forni e stufe a legna e piccoli roghi autorizzati di ramaglie o residui di potatura. La loro diffusione cresce ed è necessario valutare il loro impatto sulla qualità dell'aria. Per questo il comune di Verona ha sottoscritto una convenzione con Arpav per monitorare gli inquinanti da fumo di legna. Questo tipo di combustione ha infatti aumentato le emissioni di Pm10 e Pm2,5 e le concentrazioni di altri composti nocivi alla salute.

Lo studio di Arpav comincerà il 31 ottobre e continuerà per 15 giorni misurando la concentrazione di Pm2,5 e di altri inquinanti gassosi su cinque siti individuati nel territorio comunale: Borgo Milano e Giarol Grande con le stazioni fisse di Arpav, Quinzano, Montorio e Cadidavid. Il campionamento sarà poi ripetuto fino alla fine di marzo per un totale di 150 campioni prelevati. I campioni di Pm2,5 verranno poi analizzati in laboratorio per conoscere la diffusione e l’impatto sulla qualità dell’aria dell’utilizzo di riscaldamento a biomassa in ambiente urbano.

"L’iniziativa - ha dichiarato l'assessore all'ambiente Enrico Toffali - nasce dalla volontà di questa amministrazione di incrementare l’attività di approfondimento sulla qualità dell’aria. Il progetto si somma al consueto monitoraggio programmato degli inquinanti che annualmente viene eseguito tramite stazioni mobili dislocate in diversi punti della città. Nel caso della nuova campagna di monitoraggio si tratta di un modo per conoscere più approfonditamente le diverse fonti inquinanti, anche al fine di poter programmare in maniera efficace le misure di contenimento dell’inquinamento atmosferico". 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Rischio Covid: regioni gialle, arancioni o rosse? In arrivo cambiamenti

  • Covid, ecco il "tampone multiplex": a Negrar un unico test per riconoscere tre diversi virus

  • Terapia anti-Covid scoperta dall'università di Verona, l'Fda la autorizza

  • Coronavirus: in Veneto 18 morti da ieri sera, Verona provincia con più casi attuali e decessi

  • Virus, il vaccino veronese fa sperare: «È ben tollerato e induce risposta immunitaria»

  • Veneto verso l'arancione? Come funziona il calcolo che divide le Regioni in aree di rischio

Torna su
VeronaSera è in caricamento