Cronaca Stazione / Piazzale XXV Aprile

Droga, ricercati e una rapina sul bus: controlli serrati in zona stazione a Verona

I servizi sono stati svolti dai carabinieri della Compagnia di Verona nei giorni scorsi, i quali hanno arrestato tre persone, denunciato un'altra in stato di libertà e segnalate altre quattro all’Ufficio Territoriale del Governo in quanto assuntori di droghe

Tre persone arrestate, una denunciata in stato di liberà e quattro segnalate all’Ufficio Territoriale del Governo in quanto assuntori di droghe. Inoltre sono state sottoposte a controllo 215 persone e 104 veicoli, oltre a diversi esercizi pubblici. 
È questo il bilancio dei servizi coordinati messi in atto dai carabinieri della Compagnia di Verona nei giorni scorsi nell'area esterna della stazione ferroviaria di Porta Nuova, soprattutto nell'arco pomeridiano e serale. 

Droga

È stato arrestato dai militari un 23enne originario del Marocco che alla vista delle divise avrebbe provato a defilarsi, venendo comunque notato e fermato. Dal controllo che ne è scaturito, sarebbe emerso che il giovane aveva con sé circa 100 grammi di hashish, ritenuti destinati allo spaccio. Scattate le manette, è stato condotto davanti al giudice, che lo ha condannato alla pena di 6 mesi di reclusione e 1000 euro di ammenda. 
Quattro persone invece sono state trovate in possesso di modiche quantità di hashish e marijuana per uso personale e segnalate dunque all’Ufficio Territoriale del Governo per i conseguenti provvedimenti di carattere amministrativo. 
Deferito in stato di libertà un 52enne straniero, dopo essere stato trovato in possesso di 3 grammi di hashish ed un coltello.  

Ricercati

Rintracciati ed arrestati altri due cittadini stranieri. Il primo, un uomo di origine tunisina, era destinatario di un ordine di carcerazione, in quanto doveva espiare una condanna a 2 anni e 10 mesi di reclusione per il reato di maltrattamenti in famiglia. 
Il secondo, un cittadino ghanese, imputato per reati concernenti la normativa sugli stupefacenti e sottoposto alla misura della presentazione della polizia giudiziaria, aveva invece violato più volte le prescrizioni che gli erano state imposte. 

Rapina sul bus

Nel corso di uno dei servizi i carabinieri sono intervenuti anche per un episodio di tentata rapina ai danni di un giovane italiano. Il ragazzo infatti ha segnalato alle forze dell'ordine che pochi minuti prima, mentre si trovava a bordo di un autobus Atv, era stato avvicinato da due individui, i quali, approfittando di un suo momento di distrazione, gli avevano strappato la catenina in oro.
Scesi dal mezzo una volta giunti alla pensilina di piazzale XXV Aprile, la vittima avrebbe tallonato i due per farsi riconsegnare il maltolto, ma a quel punto sarebbe stato minacciato con una bottiglia di vetro. Alla vista dei carabinieri in zona però, i malitenzionati avrebbero restituito la refurtiva e si sarebbero allontanati a piedi, ma grazie alla rapida segnalazione del derubato, il personale dell'Arma sarebbe riuscito ad individuare uno dei due dopo lunghe ricerche. Si trattava di un giovane marocchino già noto alle forze dell’ordine, il quale è stato deferito all'autorità giudiziaria, mentre proseguono le indagini per identificare il complice.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Droga, ricercati e una rapina sul bus: controlli serrati in zona stazione a Verona
VeronaSera è in caricamento