Nek in Arena e fuori i commercianti abusivi, 300 gli articoli sequestrati

Controlli specifici da parte della polizia municipale. Tra la merce recuperata oggetti di merchandising, ma anche aste per selfie e il gioco del momento, il fidget spinner

(foto di repertorio)

Grandi concerti all'Arena di Verona e grandi controlli per la polizia municipale. Come già accaduto nei giorni in cui si sono esibiti Alessandra Amoroso, Zucchero, J-Ax e Fedez nell'anfiteatro di piazza Bra, anche ieri sera, 21 maggio, primo concerto assoluto di Nek all'Arena, i vigili hanno effettuato servizi specifici prevenire e contrastare il commercio irregolare nelle vie del centro da parte di venditori ambulanti abusivi.

Sono stati 300 gli articoli recuperati nella zona di piazza Bra e sottratti al mercato illegale, tra cui una cinquantina di fascette di Nek e Il Volo e 60 mantelline antipioggia. Ma in vendita non c'era solo merchandising legato agli artisti: infatti la maggior parte degli articoli posti in vendita era costituito da aste per selfie, power bank, collane e braccialetti e alcuni fidget spinner, il giocattolo del momento.

Quattro i venditori individuati che appena hanno visto gli agenti avvicinarsi hanno abbandonato gli oggetti a terra e sono fuggiti. I controlli proseguiranno anche nei prossimi giorni, visto il numero di turisti presenti in città.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Rischio Covid: regioni gialle, arancioni o rosse? In arrivo cambiamenti

  • Covid, ecco il "tampone multiplex": a Negrar un unico test per riconoscere tre diversi virus

  • La zona "gialla plus" di Zaia peggio di quella arancione? Commercianti aperti, senza clienti

  • Terapia anti-Covid scoperta dall'università di Verona, l'Fda la autorizza

  • Coronavirus: in Veneto 18 morti da ieri sera, Verona provincia con più casi attuali e decessi

  • Coronavirus, a Verona tornano a salire i ricoveri in terapia intensiva

Torna su
VeronaSera è in caricamento