rotate-mobile
Giovedì, 20 Gennaio 2022
Cronaca Borgo Roma

Fermato durante i controlli per il green pass e trovato con un chilo e mezzo di hashish: 19enne arrestato

La Guardia di Finanza di Verona stava eseguendo alcune verifiche in un locale di Borgo Roma, quando ha notato il giovane appena sceso da un taxi, che alla vista delle divise ha cambiato repentinamente direzione, attirando su di sé i sospetti dei militari

I finanzieri del Comando provinciale della Guardia di Finanza di Verona, la sera del 7 gennaio, stavano eseguendo controlli inerenti al possesso del "green pass" all'interno di un locale situato in Borgo Roma, quando hanno notato un giovane sceso da un taxi che, alla vista delle divise, ha cambiato immediatamente direzione. 
Insospettiti dal suo comportamento, i militari hanno deciso di fermarlo ed eseguire alcune verifiche: avrebbero appurato in questo modo che il 19enne veronese, senza precedenti alle spalle, all'interno di una tasca dei pantaloni aveva un pacchetto di sigarette che, al posto delle classiche "bionde", conteneva 38 grammi di hashish, già suddivisi in dosi e ritenuti pronti per la vendita. 

Le operazioni si sono così spostate all'appartamento dove il giovane vive insieme alla famiglia, che è stato perquisito dai finanziari. Nascosto all'interno dell'armadio della sua camera, sarebbe stato trovato circa un chilo e mezzo di "fumo", suddiviso in panetti da 100 grammi ognuno e raggruppati in tre grossi involucri da mezzo chilo, oltre ad altri quantitativi già frazionati e ritenuti pronti per lo smercio, un bilancino di precisione e 400 euro in banconote di piccolo taglio. Ritrovamenti che hanno portato all'arresto in flagranza di reato del ragazzo per detenzione ai fini di spaccio di stupefacenti.
I controlli della Guardia di Finanza sono stati poi estesi ai familiari conviventi del 19enne e, attraverso l’ausilio delle banche dati, sarebbe stato accertato che il nucelo è percettore del reddito di cittadinanza. 

11012022_092638_Foto 2-2-2

L'autorità giudiziaria ha disposto il giudizio per direttissima e al termine dell'udienza che ha avuto luogo la mattina dell'8 gennaio, il giudice, dopo aver convalidato il provvedimento, ha ritenuto il fatto e la condotta indicativi dell’inserimento dell’arrestato nel circuito di uno “spaccio al minuto” di sostanze stupefacenti. Per il giovane dunque è stato disposto l’obbligo di presentazione quotidiano presso la polizia giudiziaria ed è scattata anche la parziale sospensione dell’erogazione del reddito di cittadinanza.

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Fermato durante i controlli per il green pass e trovato con un chilo e mezzo di hashish: 19enne arrestato

VeronaSera è in caricamento