menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Natale in regola: le fiamme gialle passano al setaccio le bancarelle

La Guardia di Finanza scaligera ieri ha effettuato diversi controlli atti a contrastare irregolarità fiscali, lavoro in nero e traffico di droga, fermando anche vari prodotti contraffatti

La Guardia di Finanza di Verona sta eseguendo da ieri un “Piano Coordinato di Controllo Economico del Territorio” in tutta la provincia al fine di contrastare e prevenire diversi fenomeni illeciti anche in questo periodo prenatalizio.

CONTROLLI A TAPPETO - In materia di scontrini e ricevute fiscali, sono stati eseguiti 127 controlli, che hanno riguardato anche i caratteristici mercatini di S. Lucia, con la constatazione di 68 violazioni per mancata o irregolare emissione di tali documenti. Le irregolarità riscontrate vanno a sommarsi alle circa 1.400 violazioni in materia di scontrini e ricevute fiscali già individuate nel corso del 2012 dalla Guardia di Finanza di Verona. I controlli sono stati effettuati anche in materia di contrasto all'abusivismo e alla vendita di prodotti non conformi alla norma comunitaria ed hanno portato al sequestro di 35.500 “pezzi” contraffatti, venduti in violazione della normativa sul commercio in area pubblica ovvero privi del marchio CE, tra cui oltre 27.000 giocattoli, impedendo così l’immissione nel mercato di articoli potenzialmente pericolosi per il pubblico più giovane. Anche in questo caso, i risultati conseguiti vanno ad aggiungersi ai sequestri di quasi 1.500.000 “pezzi” contraffatti o pericolosi ed alla denuncia di 64 soggetti, già effettuati dalle Fiamme Gialle di Verona, nel corso del 2012, sul territorio dell’intera provincia.

LAVORATORI IN NERO - Diversi gli interventi anche nel settore del lavoro in nero che hanno permesso di individuare 12 lavoratori irregolari di cui 10 completamente in nero, irregolarità che vanno ad aggiungersi alle oltre 300 violazioni constatate nel corso dell’anno. ???????????????????????????????????????????????????????? ??I noti effetti distorsivi che il “lavoro sommerso” produce sull’economia e sulla nostra società, spingono la Guardia di Finanza ad adottare costantemente una strategia operativa finalizzata a contrastare tutti i profili illeciti connessi all’impiego dei lavoratori irregolari, in un’ottica di trasversalità. Infine, nel settore della lotta al traffico di stupefacenti e della sicurezza pubblica sono stati attuati diversi posti di controllo in prossimità delle principali vie di comunicazione anche con l’impiego delle unità cinofile antidroga. Proprio nel corso di uno di tali controlli è stato individuato e denunciato all’Autorità Giudiziaria un cittadino tunisino sprovvisto di permesso di soggiorno che non aveva ottemperato all’obbligo di espulsione disposto dall’Autorità di Pubblica Sicurezza. Numerose pattuglie delle Fiamme Gialle di Verona stanno tuttora operando sul territorio. 

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
  • Casa

    Ristrutturare casa: come riconoscere un muro portante

  • social

    Boom del social fitness: come tenersi in forma da casa

  • social

    Concorso Volotea: VOTATE “VERONA FOR ALL”

Torna su

Canali

VeronaSera è in caricamento