menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
La Squadra Acque Interne della Polizia di Stato di Peschiera del Garda

La Squadra Acque Interne della Polizia di Stato di Peschiera del Garda

Controlli sulle barche del Garda: scovata società di noleggio abusiva

Gli agenti della Squadra Acque Interne della Polizia di Stato di Peschiera del Garda hanno inoltre rimosso diverse barche che non avevano alcun titolo per ormeggiare nello spazio demaniale e multato i proprietari

Nel fine settimana, intensa è stata l’attività della Squadra Acque Interne della Polizia di Stato di Peschiera del Garda che ha svolto numerose verifiche alle imbarcazioni da diporto lungo la sponda veronese del lago, al fine di accertare il rispetto della normativa da parte dei conducenti che, soprattutto in questo periodo dell’anno, affollano le fasce costiere a ridosso delle spiagge. Le verifiche svolte lungo il litorale hanno consentito agli agenti di individuare una società di noleggio tedesca che noleggiava barche da diporto straniere abusivamente, senza avere presentato le necessarie dichiarazioni presso le Autorità competenti per svolgere tale attività commerciale in Italia.

Gli agenti hanno controllato due imbarcazioni con sigla tedesca, le cui persone a bordo, originarie della Germania, hanno esibito un contratto di locazione stipulato con una ditta di noleggio straniera. Gli accertamenti che sono scattati in seguito, le dichiarazioni assunte dai conducenti delle due imbarcazioni e le verifiche effettuate sui siti web dove la società pubblicizzava l’attività commerciale, hanno consentito di rintracciare il titolare della ditta, residente in Germania ma di fatto domiciliato sul Garda. A quest’ultimo sono stati, dunque, contestati due verbali di illecito amministrativo, per una somma complessiva di 7.344 euro, per attività commerciale di locazione/noleggio abusiva, svolta in violazione delle disposizioni contenute nel codice della Nautica da Diporto e in specifiche ordinanze regionali.

I controlli mirati effettuati lungo la sponda veronese del lago inoltre, anche a seguito di segnalazioni pervenute dai cittadini e dai comuni lacustri, hanno condotto, poi, alla rimozione di diverse barche che non avevano alcun titolo per ormeggiare nello spazio demaniale e alla conseguente emissione, nei confronti dei loro proprietari, delle sanzioni previste per le violazioni accertate.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

VeronaSera è in caricamento