Venerdì, 22 Ottobre 2021
Cronaca San Massimo / Strada Bresciana

Controlli antiprostituzione a Verona: in una notte fermate 17 prostitute straniere

Nella sera del 20 agosto, la Polizia Municipale ha effettuato un intervento contro il fenomeno della prostituzione sulle strade scaligere. Attestata violazione del regolamento di polizia urbana anche per un cliente

Mentre la Lega Nord propone di legalizzare il "mestiere più vecchio del mondo", la Polizia municipale di Verona ha effettuato nella serata del 20 agosto un controllo antiprostituzione in via Case dei Ferrovieri, viale Palladio e strada Bresciana, dove sono state fermate ed identificate diciassette donne, tutte straniere di età compresa 25 e 38 anni, allontanate dopo le verifiche. Accertate inoltre otto violazioni alle norme specifiche contenute nel regolamento di polizia urbana, sette a carico di altrettante prostitute ed una ad un cliente. Si tratta delle norme incluse del "pacchetto sicurezza" del 2008, che comprende sanzioni fino a 450 euro.

L'attenzione della Polizia municipale sul fenomeno resta alta, poiché negli ultimi tempi è stato rilevato un aumento delle prostitute presenti. Le verifiche proseguiranno nei prossimi giorni.

Come riporta L'Arena, il numero di prostitute sarebbe aumentato anche fuori dalla città di Verona; per esempio sulla statale 12 che porta a Peschiera, nota per un traffico di un certo tipo. Sono ricominciate pure le segnalazioni dei cittadini che si lamentano soprattutto per lo sporco e i rifiuti lasciati dall'attività: tamponi, preservativi, fazzoletti e altri "strumenti del mestiere". Sempre su L'Arena, si legge che la Regionale 11 è divisa per zone geografiche; una parte è occupata da romene, bulgare e altre comunitarie, una è in mano alle africane. In zona Stazione e Stadio, si riporta la presenza non solo di romene, ma anche di italiane di vecchia data e alcune cinesi.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Controlli antiprostituzione a Verona: in una notte fermate 17 prostitute straniere

VeronaSera è in caricamento