menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Arriva Giano 2 a Verona, il sindaco Sboarina: "Fondamentale per contrastare i furbetti"

Il capoluogo scaligero è il primo in Italia a dotarsi del nuovo sistema per i controlli su strada: "Verona diventa un’eccellenza assoluta in questo settore" ha detto il Sindaco, cui ha fatto eco l’Ass. alla Sicurezza Daniele Polato: "I furbetti hanno davvero le ore contate"

Verona capofila in Italia per la sicurezza urbana e stradale. Giano2, infatti, è la versione ottimizzata del sistema della polizia municipale per i controlli su strada. Operativo da due settimane, il nuovo sistema ha già dato importanti risultati. Decine, infatti, i veicoli rintracciati nei giorni scorsi con fermi amministrativi fiscali, (anche con sei fermi per mancato pagamento di sanzioni al codice della strada e della Ta.Ri.), rubati, senza revisione (anche per più scadenze).

Giano2 permette di verificare nell’immediato la regolarità dei veicoli in circolazione e dei documenti utilizzati dai conducenti. Attraverso l’incrocio di più database, anche esterne alla rete comunale, in pochi secondi il sistema fornisce all’agente i dati del veicolo, del proprietario, della patente compresa la visualizzazione della foto, le informazioni da banche dati estere, la presenza o meno di provvedimenti di fermo, sequestro, radiazione dal Pubblico Registro Automobilistico, di veicoli rubati, le sanzioni, i permessi di sosta e disabili, i veicoli inseriti nelle black list, i dati anagrafici.

Soddisfatti il sindaco Sboarina e l'Ass. Polato

«Verona diventa un’eccellenza assoluta in questo settore – ha detto il Sindaco Federico Sboarina – tanto che Giano2 è candidato a Roma all’Anci quale migliore progetto innovativo in materia di sicurezza urbana e stradale. Una svolta davvero importante, che va nella doppia direzione di identificare i cosiddetti furbetti della strada e di investire nella digitalizzazione, necessaria per fare di Verona la smart city prevista nel programma di mandato».

«I furbetti hanno davvero le ore contate – ha affermato l’assessore alla Sicurezza Daniele Polato – perché, in tempo reale, il sistema effettua tutti i controlli per sapere se l’auto risulta rubata, se ha sanzioni in sospeso, se è stata coinvolta in incidenti stradali, se ha assicurazione o revisione scaduta, di quali permessi usufruisce, se sia ricercato dal Comando per violazioni o altri motivi. Solo ieri sera, il caso della Bmw con targa bulgara, sanzionata ben 274 volte. Comportamenti cosi non possono essere più tollerati, anche per rispetto di chi paga le multe e rispetta il codice della strada».

Giano 2, il progetto

Il progetto “Giano 2 - Gestione Informatica Accertamenti Nuclei Operativi” e’ stato sviluppato dal Comando di Polizia Locale in collaborazione col Settore Informatica del Comune e l'azienda Galileo onlus. Il nuovo sistema informatico ha implementato l'estensione ed il completamento dello sviluppo dei servizi in ambiente server delle interfacce create per l’ interrogazione degli web-services, esposti secondo il protocollo standard SOAP da MCTC (Motorizzazione Civile), riguardanti i dati dei veicoli (proprietario, dati veicolo, assicurazione, revisione ecc.) e lo sviluppo contemporaneo del software lato client (front-end), per consentire una facile ed immediata consultazione dei dati all’utenza, in modalità web (HTML5), compatibile con qualsiasi tipo di periferica (PC, Tablet, Smartphone ).

Il sistema e gli sviluppi del software sono stati implementati in ambiente aperto (Open Source ), secondo gli standard di sviluppo software raccomandati in questo ambiente (Protocollo SOAP,JSON Interfacce dati REST, ecc.), in linea con le raccomandazioni ministeriali riguardanti lo sviluppo di progetti informatici per la Pubblica Amministrazione.

Come funziona Giano 2

Sviluppato in ambiente Open Source e data la flessibilità della sua architettura (separazione tra ambiente Server e Client, accesso ai dati in modalità asincrona, interfacce dati secondo gli standard più diffusi tra gli sviluppatori software ), Giano2 consente di utilizzare con relativa semplicità alcuni servizi di progetti informatici del Comune di Verona, come ad esempio il controllo massivo delle targhe dei veicoli in transito e sosta sul territorio comunale.

Inoltre, le interfacce web-services sviluppate all’interno del progetto Giano2, consentono di interfacciare gli archivi del progetto “CityPass” del Comune di Verona con l’archivio centralizzato della Regione Veneto, che contiene tutte le targhe associate a permessi invalidi emessi dai Comuni del Veneto (prima Regione italiana ad avere un data-base riservato ai veicoli dotati di un pass disabile) aderenti al progetto stesso, allo scopo di evitare il sanzionamento dei veicoli con invalido a bordo, effettuati attraverso i varchi dotati di telecamere con riconoscimento targa.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
  • Casa

    Ristrutturare casa: come riconoscere un muro portante

  • social

    Boom del social fitness: come tenersi in forma da casa

  • social

    Concorso Volotea: VOTATE “VERONA FOR ALL”

Torna su

Canali

VeronaSera è in caricamento