rotate-mobile
Cronaca Università / Via dell'Artigliere

Esu aiuta gli studenti che usano l'autobus pagando in parte l'abbonamento

La domanda si deve presentare online entro le ore 12 del prossimo 31 marzo. Possono godere del contributi gli studenti di università, conservatorio e accademia

Esu Verona ha stanziato 50 mila euro per incentivare l’uso del trasporto pubblico tra gli studenti universitari. La somma sarà utilizzata a parziale rimborso degli abbonamenti annuali per l'anno accademico 2016/2017.

È già possibile presentare la richiesta: possono godere del contributo gli studenti dell'università, del conservatorio e dell'accademia di belle arti di Verona che hanno acquistato un abbonamento annuale, con validità 10 mesi, per il trasporto pubblico urbano, extraurbano, integrato e ferroviario.

A fronte dell’aumento di richieste dello scorso anno accademico, Esu ha deciso di incrementare il fondo destinato ai trasporti, da 30 a 50 mila euro. Unico in Italia tra gli enti per il diritto allo studio ad intervenire a sostegno della mobilità universitaria sostenibile, Esu Verona con questa iniziativa sopperisce alla mancata attuazione della normativa vigente da parte del governo, che prevede una quota di borsa di studio destinata a coprire la spesa per gli spostamenti dall'abitazione alla sede di studio. Il buono stato delle finanze aziendali consente di andare oltre le attività di stretta competenza e di garantire agli universitari veronesi anche questo servizio.

Gli studenti interessati a riceverlo hanno tempo fino alle ore 12 di venerdì 31 marzo 2017, per compilare la domanda online, inserendo i dati e gli importi relativi all'abbonamento per cui si richiede il contributo. Verranno prese in considerazione solamente le domande compilate correttamente e riferite agli abbonamenti annuali, fino a un massimo di 10 mesi, nel periodo che va da settembre 2016 a luglio 2017. Il contributo sarà così erogato: agli studenti in possesso dei requisiti di reddito e merito sarà riconosciuto un rimborso pari al 25% del costo di acquisto dell’abbonamento, fino ad un massimo di 200 euro. Agli studenti che non rientrano nei requisiti di reddito e merito sarà riconosciuto un importo pari al 20% della spesa per l’acquisto dell’abbonamento, fino ad un massimo di 200 euro. I contributi verranno erogati in un’unica soluzione con versamento sulla carta Esu per l’Università entro il 30 aprile 2017.

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Esu aiuta gli studenti che usano l'autobus pagando in parte l'abbonamento

VeronaSera è in caricamento