Cronaca Borgo Roma / Piazzale Ludovico Antonio Scuro

Contagiati dal coronavirus: 239 nel Veronese, 1.673 in Veneto

Tanti malati veronesi si trovano in isolamento in casa e solo gli 85 con maggiori difficoltà respiratorie sono stati ricoverati negli ospedali scaligeri

Foto di repertorio

È aggiornato alle 16 di oggi, 13 marzo, l'ultimo report condiviso dalle Regione Veneto sulla diffusione del coronavirus entro i confini regionali. In provincia di Verona, il virus ha contagiato 239 cittadini, con un aumento rispetto al dato di questa mattina di 29 unità. 

Tanti malati veronesi si trovano in isolamento in casa e solo quelli con maggiori difficoltà respiratorie sono stati ricoverati in ospedale. Gli ospedalizzati scaligeri sono 85, di cui solo 16 in condizioni tali da dove essere posti in terapia intensiva. L'ospedale con più pazienti è quello di Borgo Roma (43 in totale: 33 non critici e 10 in terapia intensiva), seguito dal Sacro Cuore Don Calabria di Negrar (21 totali, ma solo uno in terapia intensiva), dal Mater Salutis di Legnago (12, di cui 3 in terapia intensiva), dal Magalini di Villafranca (5 e nessuno in terapia intensiva), dall'ospedale di Borgo Trento (2 in terapia intensiva) e dal Pederzoli di Peschiera del Garda (2 e nessuno in terapia intensiva).

E i contagi crescono anche a livello regionale, dove sono diventati 1.673. I malati in ospedale sono 458, di cui 108 in terapia intensiva. Dall'inizio dell'emergenza sono 103 i dimessi dagli ospedali veneti (4 nel Veronese) e 50 i deceduti (3 nel Veronese).

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Contagiati dal coronavirus: 239 nel Veronese, 1.673 in Veneto

VeronaSera è in caricamento