menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Immagine generica

Immagine generica

Covid-19, altri 33 tamponi positivi in provincia di Verona. Aumentano anche i "negativizzati"

Nell'area scaligera sono 2196 le persone attualmente positive al nuovo coronavirus e 589 quelle contagiate. Tra le ore 8 e le ore 17 del 2 aprile, sono stati registrati altri 11 decessi

Cresce ancora il numero dei contagi da Covid-19 in Veneto, seppur di sole 140 unità. Stando infatti al bollettino regionale che fa riferimento ai dati relativi fino alle ore 17 di giovedì 2 aprile, i tamponi positivi hanno raggiunto quota 10251, contro il 10111 di giovedì mattina: le persone attualmente positive sono 8990 (+79 rispetto alle ore 8), 556 (+24) i decessi e 705 (+37) negativizzati virologici (dato che potrebbe risultare sottostimato per la necessità di garantire prioritariamente il test ai soggetti sintomatici). Sono invece 20278 le persone che si trovano in isolamento domiciliare. 
Nel Veronese i casi totali di tamponi positivi sono 2438 (+33), di questi purtroppo sono 167 i deceduti (+11) e 75 i negativizzati (-28). Attualmente dunque i contagiati risultano essere 2196 (+14) e gli individi in isolamento domiciliare 3031. 

Nelle tabelle di Azienda Zero per la prima volta sono stati inseriti in modo diverso gli ospedali per acuti dalle strutture territoriali COVID: l’incremento in “area non critica” riflette dunque i trasferimenti di pazienti, che prima venivano caricati nel sistema come dimessi o che al contrario restavano più a lungo nel reparto in cui erano ricoverati, in queste strutture territoriali. 
Pertanto, le nuove cifre mostrano una lieve crescita dei ricoveri in Veneto, saliti a 2054 rispetto ai 2015 della mattinata di giovedì. Di questi 1719 (+49) si trovano in area non critica e 335 (-10) in terapia intensiva. Un trend confermato anche dall'area scaligera, dove i pazienti in ospedale sono 589 (+6), 484 (+10)  in area non critica e 105 (-4) in terapia intensiva. 
Questa la situazione dei nosocomi veronesi: a borgo Roma sono 78 (+7) i pazienti in area non critica e 24 (0) quelli in terapia intensiva; a borgo Trento sono 35 (-2) i pazienti in area non critica e 31 (-1) quelli in terapia intensiva; a Legnago sono 73 (+3) i pazienti in area non critica e 7 (-1) quelli in terapia intensiva; a San Bonifacio sono 13 (+1) i pazienti in area non critica e 7 (0) quelli in terapia intensiva; a Villafranca (ospedale Covid-19 per il Veronese) sono 118 (-5) i pazienti in area non critica e 24 (0) quelli in terapia intensiva; a Marzana sono 42 (+6) i pazienti in area non critica; a Negrar sono 78 (0) i pazienti in area non critica e 10 (0) quelli in terapia intensiva; a Peschiera sono 47 (0) i pazienti in area non critica e 9 (-2) quelli in terapia intensiva. 
Dalle 8 alle 17 del 2 aprile sono 9 le persone decedute negli ospedali veronesi: 1 a Marzana, 4 a Villafranca e 4 a Peschiera. Per quanto riguarda le persone dimesse invece, in Veneto hanno raggiunto quota 1004: di queste 236 nella provincia scaligera, 9 in più rispetto al dato mattutino. 
 

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
  • Benessere

    I 5 DPI più efficaci per contrastare il Covid-19

  • Casa

    Bollette luce e gas: come ottenere la rettifica

  • Formazione

    Quali sono le soft skills più richieste nel 2021? Come apprenderle

Torna su

Canali

VeronaSera è in caricamento