In Comune approvate tre delibere: novità per gli albergatori sulla tassa di soggiorno

Il Consiglio comunale nella serata di ieri, giovedì 30 giugno, ha approvato la modifica di alcuni articoli del Regolamento dell'imposta di soggiorno, al fine di semplificare le procedure cui attualmente ogni gestore di strutture alberghiere deve adempiere

Dopo un’inversione dei lavori, chiesta a causa della mancanza in aula dei Revisori dei Conti, presenza obbligatoria secondo il Regolamento per la trattazione di variazioni di bilancio come l’erogazione del contributo straordinario alla Fondazione Arena e il riconoscimento del debito fuori bilancio per il risarcimento delle signore Costa, il Consiglio comunale ha approvato nella serata di ieri giovedì 30 giugno tre delibere.

Con 28 voti favorevoli, è stato ratificato il permesso di costruire in deroga, con istanza di autorizzazione paesaggistico-ambientale, per l’ampliamento dell’immobile adibito ad esercizio alberghiero "Hotel Mastino" in corso Porta Nuova 16 da parte della Ditta International Europe Hotel Srl. I lavori consistono nella realizzazione di un vano per impianti tecnologici al piano copertura dell’albergo.

Con 26 voti a favore, sono state approvate le modifiche agli articoli 4 comma 3, 6 commi 2-3, e 7 comma 2 del Regolamento dell'imposta di soggiorno. Il provvedimento, al fine di semplificare le procedure che attualmente ogni gestore di struttura è obbligato a sostenere, riduce la periodicità delle dichiarazioni e dei versamenti da quattro a due volte l’anno, fermo restando l’obbligo per ogni gestore di struttura ricettiva di adempiere alla compilazione ed invio all’ufficio del modello 21 annuale contenente il conto dell’agente contabile. Accolto dall’assessore ai Tributi Pier Luigi Paloschi l’emendamento, primo firmatario il consigliere del Movimento 5 stelle Riccardo Saurini, che prevede l’estensione delle esenzioni a coloro che pernottano negli ostelli della gioventù o in strutture gestite da onlus.

Approvata con 26 voti a favore e 1 astenuto la modifica della denominazione della “Università della terza età e dell'educazione permanente” in “Università dell'educazione permanente”. Ad inizio seduta è stata comunicata l’uscita dal gruppo consiliare Civica per Verona del consigliere Gianluca Fantoni, che ha dato vita alla nuova lista civica “Meglio Verona”.
 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Finisce fuori strada con la Ferrari, ipotesi malore: muore imprenditore in Transpolesana

  • Ospedali di Borgo Trento e di Negrar al top in Veneto per il tumore al seno

  • Cosa fare a Verona e provincia durante il weekend dal 14 al 16 febbraio 2020

  • In arrivo il nuovo centro di distribuzione di Amazon al confine con Verona

  • Rubavano dalla cassa del negozio per cui lavoravano: commesse in manette

  • Preleva 1.500 euro con un bancomat rubato, scoperto e denunciato

Torna su
VeronaSera è in caricamento