Contributo straordinario di 1,5 milioni per Fondazione Arena: il Consiglio approva

Durante il Consiglio Comunale tenutosi nella serata di giovedì 7 luglio, è stata approvata l'erogazione di un contributo straordinario pari a 1,5 milioni di euro verso Fondazione Arena

È stata approvata all’unanimità dal Consiglio comunale di ieri sera, giovedì 7 luglio, con 28 voti favorevoli, la delibera per l’erogazione di un contributo straordinario di euro 1 milione e 500 mila euro alla Fondazione Arena di Verona. “L’attività artistica istituzionalmente svolta dalla Fondazione Arena di Verona – ha sottolineato l’assessore al Patrimonio Pier Luigi Paloschi – costituisce uno dei principali elementi attrattori di flussi turistici per la città e quindi determinante fattore di incremento dell’economia cittadina, nonché motivo di prestigio per Verona. Un’attività artistico-culturale a cui il Comune di Verona attribuisce un valore fondamentale. Negli ultimi anni l’Ente comunale ha costantemente erogato un contributo annuo a favore della Fondazione nell’ambito dell’utilizzo dell’Anfiteatro Arena per lo svolgimento della propria attività istituzionale. Per tanto, l’Amministrazione intende accogliere la richiesta di Fondazione erogando in via straordinaria alla stessa un contributo pari a 1 milioni 500 mila euro a sostegno delle sue attività”.

IL DIBATTITO IN CONSIGLIO - “Rispetto al passato – ha sottolineato il consigliere del Movimento 5 Stelle Riccardo Saurini – l’attuale direzione dimostra sicuramente una capacità gestionale superire che, in poco tempo, ha portato al riassestamento di una situazione critica, con l’avvio della stagione artistica. Resta ora da capire quali siano le vere intenzioni dell’Amministrazione comunale e, soprattutto, se questa Fondazione si trova nella posizione economica per avere un effettivo futuro”.

“Non è vero – ha dichiarato il capogruppo Pd Michele Bertucco – che in questi anni il Comune ha sempre erogato con regolarità gli stessi contributi. Se vi era effettivamente la volontà di aiutare la Fondazione questa Amministrazione aveva tutto il tempo per stanziare il contributo già in sede di approvazione di bilancio, invece, si è scelto di aspettare arrivando così al commissariamento della struttura”. “Ci si dimentica – ha evidenziato il consigliere Pd Elisa La Paglia – che la mala gestione della Fondazione non si ripercuote solo sul suo personale ma su tutti coloro che in vario modo si rapportano a lei per la fornitura o la realizzazione di servizi esterni. Una complessa situazione di penalizzazione lavorativa che questa Amministrazione non ha tenuto in seria considerazione”.

ULTERIORI DELIBERE DEL CONSIGLIO - Approvato all’unanimità, con 29 voti favorevoli, il riconoscimento del debito fuori bilancio per il risarcimento delle signore Franca Zeiro in Costa e Maria Solange Costa, eredi dell’artista Claudio Costa, in seguito alla sentenza del Tribunale di Verona 301/2016, relativa al risarcimento dei danni subiti da opere consegnate nell’aprile del 1997 al Comune di Verona e restituite alla famiglia Costa in parte distrutte e in parte deteriorate alla fine del 2007. Si tratta nello specifico di 10 opere rimaste distrutte e di altre 37 danneggiate.

Approvata, con 21 voti favorevoli e 10 astenuti, la delibera per variazioni al bilancio di previsione 2016/2018, con destinazione dell’avanzo di amministrazione, aggiornamento del programma triennale delle opere pubbliche, integrazione programma in materia di conferimento incarichi esterni. Nello specifico sono adottate variazioni in entrata per maggiori contributi da parte dei privati, per 12.191 euro, a favore della Direzione Musei d’Arte Monumenti; da parte della Regione Veneto, per 1.500 euro, a favore delle attività di AIB – gruppo volontari della Protezione civile della Polizia municipale; per maggiori entrate derivanti dal rilascio di nuove licenze di esercizi pubblici pari a 10 mila euro. Nell’ambito delle opere pubbliche sono inserite nel programma triennale il restauro della Torre del Gardello, per 800 milioni di euro da parte dei privati; l’intervento alla cinta muraria di Porta Palio, per 186 milioni di euro sempre da privati.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Una città intera in lutto: si è spento Roberto Puliero e Verona perde la sua voce

  • Cosa fare a Verona e provincia durante il weekend dal 15 al 17 novembre 2019

  • Sbanca a L'Eredità, dipendente comunale pensa ai colleghi in difficoltà

  • Il cordoglio della politica veronese per la scomparsa di Roberto Puliero voce della città

  • Maltempo a Illasi: «Situazione ancora critica, preoccupa il livello del Progno»

  • Madre e figlia dirette a Londra arrestate all'aeroporto Catullo dalla polizia

Torna su
VeronaSera è in caricamento