menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

A Verona il Congresso mondiale sul cancro allo stomaco dal 19 giugno

Prevista la partecipazione di circa 1500 studiosi provenienti da 54 Paesi con delegazioni molto numerose in particolare dai paesi orientali (Giappone, Cina e Corea) e dal Sud America (soprattutto Brasile)

Medici oncologi e diagnosti specializzati in arrivo a Verona da ogni parte del mondo. Dal 19 al 22 giugno si terrà infatti il decimo Congresso mondiale sul cancro dello stomaco organizzato dal Gruppo italiano di ricerca sul cancro gastrico (Gircg) sotto la presidenza del professor Giovanni de' Manzoni. Al congresso è prevista la partecipazione di circa 1500 studiosi provenienti da 54 Paesi con delegazioni molto numerose in particolare dai paesi orientali (Giappone, Cina e Corea) e dal Sud America (Brasile soprattutto).

Il cancro gastrico rimane la seconda causa di morte al mondo per neoplasia e presenta un’incidenza diversa a seconda delle aree del mondo: le incidenze più elevate sono riportate nei paesi orientali mentre in Europa è maggiormente frequente nei  paesi dell’Est Europa ed a seguire quelli del Sud Europa compresa  l’Italia. Fra i tanti argomenti che saranno affrontati, quello relativo all’individuazione di alterazioni genetiche ereditarie che, trasmesse in linea diretta,  predispongono allo sviluppo di carcinoma gastrico è di particolare attualità dopo il notevole clamore sollevato a livello mondiale dalla avuto dalla scelta di Angiolina Jolie di sottoporsi a mastectomia bilaterale profilattica. Negli ultimi anni comunque, con l’affinamento dei trattamenti sia chirurgici che oncologici, vi è stato un miglioramento della sopravvivenza nella popolazione italiana affetta da questo tumore: dal 22% negli anni 1986-89 al 34% nel 2005-7.

Il cancro gastrico sarà affrontato durante il Congresso da ogni punto di vista da parte dei maggiori esperti mondiali del settore: si andrà da sessioni dedicate agli studi più avanzati di genomica e biologia molecolare fino alle applicazioni pratiche con la presentazione dei risultati più recenti sia nell’ambito del trattamento chirurgico che oncologico. Il Congresso di Verona potrà essere inoltre l’occasione di fare il punto su altre ricerche molto importanti quali l’individuazione di alterazioni genetiche all’interno della cellula neoplastica che influenzano la risposta o meno ai trattamenti chemioterapici e/o radioterapici o ancora la ricerca e scoperta di nuovi recettori della cellula neoplastica che possano essere colpiti da anticorpi specifici messi a punto in laboratorio.

Nell’ultima giornata del Congresso ci sarà per la prima volta, in un Congresso mondiale, la sottoscrizione da parte degli esperti convenuti, che rappresentano i maggiori centri di ricerca e cura del cancro gastrico nel mondo, del “Charter Scaligero on Gastric Cancer”. Nel Charter, assieme a dichiarazioni di principio molto importanti, saranno delineate ed approvate  delle Linee guida sui controlli da eseguire nei pazienti che hanno subito interventi chirurgici o terapie per Cancro gastrico; l’omogeneizzazione a livello mondiale di queste procedure può avere un impatto non solo medico ma anche socio-economico fondamentale.

La cerimonia di apertura è fissata alle 18e30 nel loggiato del palazzo della Gran Guardia in piazza Bra, a Verona, il 19 giugno. Qui il programma completo.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
  • Benessere

    Pasta di legumi: benefici e ricetta

  • social

    Aperti online i Casting dello Zecchino d’Oro

  • social

    L'Acqua in uno scatto: concorso a premi

Torna su

Canali

VeronaSera è in caricamento