Cronaca Negrar

Condannato per spaccio, viene rintracciato in Valpolicella e messo ai domiciliari

Sulla sua testa pendeva la pena inflitta dal tribunale di Brescia per fatti riferiti ai primi mesi del 2019: i carabinieri lo tenevano sotto osservazione e il 16 luglio hanno eseguito l'ordine della Procura lombarda

Aveva ancora un conto aperto con la giustizia B.M., il 27enne marocchino, residente a Negrar di Valpolicella, che i carabinieri della stazione locale hanno arrestato giovedì su ordine della Procura della Repubblica di Brescia.

L’uomo doveva scontare una condanna a 1 anno, 2 mesi e 5 giorni di reclusione inflitta dal tribunale lombardo per i reati di spaccio e resistenza a pubblico ufficiali riferiti ai primi mesi del 2019, quando era stato trovato, nei pressi della stazione ferroviaria di Brescia, con oltre mezzo chilo di hashish e 50 grammi di cocaina. 

Conoscendo i suoi trascorsi, i militari lo tenevano sotto osservazione sino alla giornata del 16 luglio quando lo hanno rintracciato per le vie del luogo di residenza e lo hanno tradotto nella sua abitazione in regime di detenzione domiciliare, come disposto dal provvedimento dell’autorità giudiziaria.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Condannato per spaccio, viene rintracciato in Valpolicella e messo ai domiciliari

VeronaSera è in caricamento