Cronaca Peschiera del Garda

Condannato per riciclaggio, viene scovato ed arrestato a Peschiera

I carabinieri sono riusciti a rintracciarlo nel territorio comunale, dove si sarebbe rifugiato nella speranza di non dare nell'occhio. Ora dovrà scontare una pena di 2 anni

I carabinieri di Peschiera

Su di lui pendeva un ordine di esecuzione per la carcerazione in regime di detenzione domiciliare (n. 251/2018 SIEP), emesso dall’Ufficio Esecuzioni Penali della Procura della Repubblica presso il tribunale di Padova, in seguito alla condanna per i reati di concorso in riciclaggio, commessi in più occasioni nel capoluogo patavino nell’anno 2002. 
M.W., classe 1943, originario di Bolzano, pensionato e positivo in banca dati, il 2 ottobre è stato dunque rintracciato e tratto in arresto dai carabinieri della stazione di Peschiera del Garda. 

Avendo appreso che sul conto del M. pendeva il provvedimento restrittivo predetto, i militari hanno avviato tempestivamente le indagini del caso, appurando che, da qualche tempo, si era trasferito nel comune di Peschiera del Garda. A quel punto, svolti ulteriori accertamenti, le forze dell'ordine sono riusciti ad individuare l’abitazione e, alle prime ore del mattino di venerdì, hanno dato esecuzione al provvedimento, traendo in arresto l'individuo.
Secondo quanto riferto dall'Arma, M.W. sarebbe verosimilmente venuto a conoscenza del provvedimento pendente nei suoi confronti e si sarebbe trasferito senza dare nell'occhio nella zona del Garda, per eludere eventuali ricerche da parte delle forze di polizia e quindi con l'intento presunto di sottrarsi alla cattura. Una mossa che però non sarebbe bastata ad a trarre in inganno i carabinieri: dopo le operazioni del caso, l'uomo è stato quindi accompagnato presso la propria abitazione, dove dovrà espiare la pena di due anni di reclusione.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Condannato per riciclaggio, viene scovato ed arrestato a Peschiera

VeronaSera è in caricamento