menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Giovanni Rana

Giovanni Rana

Educazione alimentare, Giovanni Rana premia anche due scuole veronesi

Sono l'Istituto Antonio Provolo di Verona Chievo e la Guglielmo Marconi di Pozzo, a San Giovanni Lupatoto, rispettivamente prima e seconda in un concorso educativo organizzato dal Pastificio Rana

2.800 kit didattici distribuiti, 3.344 elaborati in gara, 423 classi coinvolte, 8.300 bambini partecipanti. Questi sono i principali numeri del concorso educativo legato al progetto "Cosa c’è di buono oggi?", un percorso ludico didattico firmato dal Pastificio Rana sui temi dell'educazione alimentare, dedicato alle scuole elementari e materne italiane.

Per la categoria scuole primarie, l'Istituto Antonio Provolo di Verona Chievo è il vincitore del primo premio del concorso. Al secondo posto pari merito si classifica un'altra scuola del veronese, la Primaria Guglielmo Marconi di Pozzo, a San Giovanni Lupatoto, e la scuola Raffaele Musti di Barletta, in Puglia.

Obiettivo dell'iniziativa è stato quello di spiegare ai piccoli studenti i principi di una sana alimentazione e l'importanza di saper variare i cibi, mangiando anche quelli che di solito non gradiscono. "Cosa c’è di buono oggi?" lo ha fatto in modo nuovo e originale, proponendo ai bambini una prospettiva insolita: quella del processo di produzione dei cibi che vengono loro serviti in tavola. Processo raccontato in modo giocoso attraverso una divertente favola adatta alla loro età, che ha come protagonista il Mago Giovanni e i suoi aiutanti, che sono i suoi veri collaboratori nel pastificio.

Le classi che ne hanno fatto richiesta hanno ricevuto materiali gratuiti con giochi e attività da svolgere in aula e un libro da leggere con la famiglia, dove i bambini diventano protagonisti di una storia divertente e saporita: quella della preparazione di un piatto di piatta fresca ripiena.

A conclusione del percorso didattico, rivolto ai bimbi dai 3 agli 8 anni, in continuità dalla scuola dell’infanzia alla terza classe della primaria, gli alunni hanno partecipato al concorso educativo abbinato al progetto. Con foto, video, impasti, filastrocche, racconti, album e disegni ispirati al tema dell'alimentazione, i piccoli hanno dato libero sfogo alla loro creatività.

Una giuria selezionata ha decretato i vincitori in tutta Italia: 3 classi per la categoria scuola dell'infanzia, in provincia di Pavia, Roma e Imperia, che riceveranno in premio animazioni teatrali sul tema del progetto e dotazioni per la psicomotricità. Per la categoria scuola primaria, la giuria ha affidato il gradino più alto del podio all'Istituto Antonio Provolo di Verona Chievo, che ha vinto una visita allo stabilimento Rana di San Giovanni Lupatoto. Le seconde e terze classificate si aggiudicano una dotazione sportiva per la scuola per un valore di 1.500 euro.

E per ogni bambino che ha preso parte al concorso, il Pastificio Rana ha donato un piatto di pasta fresca alle persone meno fortunate attraverso la rete Banco Alimentare.

"Anche quest'anno abbiamo avuto una grandissima adesione all'iniziativa da parte delle scuole di tutta Italia - ha affermato Giovanni Rana - Rimango sempre piacevolmente colpito dalla grande curiosità dei bambini sui temi dell'alimentazione e dalla loro grandissima creatività. Infatti anche in questa edizione abbiamo ricevuto tantissimi elaborati, tutti bellissimi e ripieni di fantasia. Quest'anno tra i vincitori anche le classi di due scuole del veronese e anche a loro faccio i miei complimenti e uno speciale augurio di continuare a coltivare la passione per il buon cibo e la buona cucina".

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

VeronaSera è in caricamento