menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
(Foto di repertorio)

(Foto di repertorio)

Compravendite di auto dall'estero senza pagare l'Iva, scoperta frode

L'indagine sul raggiro è dei finanzieri di Treviso, che hanno arrestato sei membri dell'organizzazione criminale, mentre due sono latitanti. Tra gli ignari clienti anche otto veronesi

Al momento sono otto i clienti veronesi che hanno comprato un'auto senza sapere che a venderla era un'organizzazione criminale molto attiva nel Nordest. I malviventi sfruttavano concessionarie trevigiane specializzate nella compravendita di veicoli all'estero per comprare automobili in Germania, immatricolarle in Italia e rivenderle senza pagare un euro di Iva. La frode è stata scoperta dalla guardia di finanza di Treviso ed è stata raccontata da Nicola Cendron su Treviso Today.

I baschi verdi trevigiani hanno arrestato sei componenti del gruppo criminale, mentre altri due non sono stati rintracciati e sono ancora latitanti. Gli otto membri dell'organizzazione sono un italiano, due albanesi e cinque romeni. A loro vengono contestati i reati di associazione per delinquere, truffa aggravata ai danni dello Stato, falsità ideologica in atto pubblico ed induzione in errore di pubblico ufficiale.
Finora, le compravendite irregolari scoperte dai finanzieri sono 161 e l'Iva evasa supera il mezzo milione di euro. Ma dal 2015 sarebbero circa 500 le auto importate dai malviventi, il cui giro di affari supererebbe gli otto milioni e mezzo di euro e quindi con circa un milione e mezzo di Iva non versata alle casse dello Stato.

Il raggiro era reso possibile grazie alla falsificazione della documentazione presentata alla Motorizzazione Civile. Nei documenti risultava che l'Iva veniva pagata dai clienti, i quali attraverso siti specializzati compravano le vetture a prezzi molto vantaggiosi. In realtà, quei prezzi erano molto bassi perché l'Iva non veniva versata né all'estero, come riportato nella documentazione fornita alla Motorizzazione, né in Italia. Ma del mancato pagamento dell'imposta erano consapevoli solo i partecipanti alla frode.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
  • Benessere

    I 5 DPI più efficaci per contrastare il Covid-19

  • Casa

    Bollette luce e gas: come ottenere la rettifica

  • Formazione

    Quali sono le soft skills più richieste nel 2021? Come apprenderle

Torna su

Canali

VeronaSera è in caricamento