Sanità, il comitato per la salvaguardia dell'ospedale Orlandi scrive a Zaia

Il gruppo, nato per difendere l'ospedale di Bussolengo da una possibile chiusura, ha elencato le carenze della sanità pubblica nella zona dell'ovest veronese

Il comitato per la salvaguardia dell'ospedale Orlandi scrive al presidente della Regione Luca Zaia e per conoscenza a tutti i consiglieri regionali, manifestando ancora una volta preoccupazione per il futuro dell'ospedale di Bussolengo, e più in generale della sanità regionale.

Nella lettera il comitato elenca alcuni problemi, su cui non ha avuto rassicurazioni dall'ente regionale.

Il caos tecnico e organizzativo nella quale versa la sanità scaligera dopo la riunificazione delle Asl - scrive il comitato - La carenza di manutenzione e di aggiornamento della dotazione di risorse dei servizi sanitari. La riduzione o l'eliminazione progressiva dei presidi sanitari, con enorme aumento della mobilità sanitaria anche per gli strati sociali che spostamenti non possono permettersi e con riduzione dell'offerta di posti letto, non sempre sostituibili con la Medicina di Base, di cui è risaputa l'insufficienza di attivazione di istituti contrattati e poi non resi attivi. L'ennesima prospettiva di nuovi assetti organizzativi dei presidi e dei servizi sanitari, di cui l'ennesima versione dei nuovi atti aziendali costituisce solo un subdolo anticipo. Tutto questo prescindendo dall'esperienza delle altre Regioni, dove l'accorpamento tout court delle realtà sanitarie ha già offerto il modo di verificarne i risultati disastrosi in scoperture assistenziali e farraginosità dell'efficienza amministrativa. Il tentativo di mascherare con un indefinibile e continuo richiamo all'eccellenza della sanità veneta ogni forma di provvedimento arbitrario, la cui logicità non viene resa e in cui l'aspetto puramente tecnico non si coglie ormai da un pezzo. L'assenza di una programmazione sanitaria che nel suo sviluppo mostri coerenza e continuità. La risultante della combinazione di reciproca copertura tra politica regionale e politica locale.

E dopo aver dettagliato le carenze della gestione sanitaria da parte della Regione, il comitato chiede a Zaia di rendere conto delle coperture assistenziali pubbliche che rischiano di perdersi nella zona ovest del veronese.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Auto con tre giovani a bordo finisce fuori strada e contro un albero: tutti morti sul colpo

  • Luca, Francesca e Chiara: i tre giovani morti nell'incidente di Bonavigo

  • Due nuove destinazioni dall'aeroporto Catullo di Verona per chi vola con easyJet

  • Ha un nome il corpo trovato in A4: tocca alla Polstrada risolvere il giallo

  • La vera storia di Santa Lucia, secondo la leggenda nata a Verona

  • Autovelox e telelaser, le strade di Verona controllate dalla polizia locale

Torna su
VeronaSera è in caricamento