Sabato, 16 Ottobre 2021
Cronaca San Zeno / Viale Colonnello Galliano

Allarme sulle strade. Il Comandante Altamura: "La realtà è che si corre troppo"

Dopo i recenti incidenti accorsi nel weekend si torna a parlare di sicurezza stradale. Il Comandante della Polizia Municipale, Luigi Altamura lancia il suo allarme: in città troppi automobilisti infrangono i limiti di velocità

Il Comandante della Polizia Municipale Luigi Altamura lancia il suo allarme, rivolgendosi ai molti, troppi automobilisti che in città raggingono velocità elevatissime mettendo a repentaglio la propria e l'altrui vita. Venerdì sera scorso 18 settembre si è registrato l'ennesimo episodio: una Bmw verso le sette di sera si è introdotta a folle velocità nel sottopasso di via Galliano e, dopo ever sbandato, è finita nell'altra corsia. È stato un puro caso che nell'ooposto senso di marcia in quell'istante non stesse transitando nessuno. Ma il pericolo corso è stato davvero notevole. L'autovelox di via Galliano ha registrato negli ultimi cinque giorni quasi una novantina di automobili oltre i limiti consentiti, con una velocità di punta raggiunta da una vettura, pari a 110 chilometri orari. Di qui anche la reprimenda da parte del Comandante Altamura, poiché a fronte di simili comportamenti poco possono servire le pur necessarie misure di sicurezza infrastrutturali, quali l'illuminazione potenziata e l'installazione di telecamere per la video sorveglianza.

A spiegare il problema, così come riferisce l'Arena, è lo stesso Altamura: "La sicurezza dei sottopassi è garantita, dal momento che con le nuove luci sono praticamente illuminati a giorno. La triste realtà è che si corre troppo e le immagini delle telecamere collegate alla nostra sala operativa parlano chiaro: c'è chi viaggia anche a centotrenta chilometri orari e lascio immaginare le conseguenze se, a questa velocità, si trovano macchine ferme all'incrocio di via Città di Nimes". E come se non bastasse oltre alle velocità folli raggiunte da numerosi autisti spericolati e incuranti dei danni che possono provocare a se e agli altri, c'è anche chi si diletta al volante con il proprio smartphone. In merito il Comandante della Polizia Municipale, così come riporta l'Arena, non esita ad avanzare anche soluzioni drastiche: "L'Associazione amici della polizia stradale propone il sequestro del telefonino per un mese e il ritiro immediato della patente alla prima violazione. Di fronte a comportamenti simili bisogna dare segnali forti e gli autovelox mobili, tra l'altro ampiamente segnalati, sono un deterrente e non certo un agguato per chi corre".

In questo senso, dall'anno scorso un minimo miglioramento c'è anche stato: si è infatti passati dagli 11 morti dello scorso anno ai 7 di quello corrente. Ma è chiaro che non si può certo ridurre il problema a una pura questione di numeri, e a ricordarlo come riferito dall'Arena, è lo stesso Comandante Altamura: "I morti sono sempre troppi perché ogni vita umana persa è una tragedia immensa ma se pensiamo che nel 2006 i decessi in città a causa di incidenti furono 23 e oltre 100 in tutta la provincia significa che sulla sicurezza qualcosa è stato fatto anche grazie alla polizia municipale e alle migliaia di controlli sulle strade e in questi giorni con la nostra pattuglia mobile in via Galliano abbiamo probabilmente salvato delle vite umane. Senza la collaborazione degli utenti della strada, tuttavia», conclude Altamura, «sarà difficile arrivare all'obiettivo di non avere più morti sulle strade".

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Allarme sulle strade. Il Comandante Altamura: "La realtà è che si corre troppo"

VeronaSera è in caricamento