rotate-mobile
Cronaca Via Antonio da Legnago

Colpito al volto con una bottiglia da un ubriaco: venti giorni di prognosi

L'episodio è avvenuto domenica sera in un bar di via Antonio da Legnago. Ad avere la peggio è stato un 29enne veronese, mentre un cittadino romeno con alle spalle alcuni precedenti è stato denunciato a piede libero

Sono venti i giorni di prognosi dati dal personale medico al 29enne veronese colpito da una bottigliata in un bar di via Antonio da Legnago nella serata di domenica
Il giovane stava attendendo all'interno del locale, situato nella zona di Montorio, mentre due cittadini romeni da un po' stavano importunado la clientela, motivo per il quale il gestore aveva già avvisato la Poliza. Uno dei due, ubriaco, ha urtato il 29enne il quale gli avrebbe fatto presente che avrebbe almeno potuto chidere permesso. In tutta risposta però il romeno gli spaccato la bottiglia in pieno volto, ferendolo. 
Sul posto nel frattempo sono arrivate le pattuglie delle Volanti, che hanno portato i due stranieri in questura per l'identificazione e la denuncia a piede libero. L'aggressore, operaio e regolare sul territorio, aveva alle spalle alcuni precendenti per reati contro il patrimonio e nella mattinata di lunedì è stato denunciato anche dalla famiglia. Ora è in attesa dei primi provvedimenti del questore nei suoi confronti. 

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Colpito al volto con una bottiglia da un ubriaco: venti giorni di prognosi

VeronaSera è in caricamento