Cologna Veneta, danneggiata statua di Sant'Antonio. «Vergogna»

L'effige in gesso era contenuta in una teca, nel capitello all'incrocio tra Via Rinascimento e Via Stradone Sabbion. L'amministrazione comunale: «Un gesto inqualificabile che va oltre il vandalismo comune»

Il capitello di Sant'Antonio vandalizzato (Foto Facebook - Comune di Cologna Veneta)

«Vergogna». È il grido del Comune di Cologna Veneta, lanciato dal profilo Facebook dell'ente. Chi si dovrebbe vergognare sono i vandali che nella notte tra sabato 3 e domenica 4 ottobre hanno spinto a terra la statua di Sant'Antonio, contenuta nell'omonimo capitello che si trova all'incrocio tra Via Rinascimento e Via Stradone Sabbion.

«Qualche lazzarone ha ben pensato di danneggiare la statua di S.Antonio - si legge sul profilo social del Comune di Cologna - Un gesto inqualificabile che va oltre il vandalismo comune. A chiunque sia stato, chiediamo di pentirsi, chiedere scusa e rimediare. L'amministrazione ha provveduto immediatamente al recupero della statua, portandola in custodia presso il Comune. Confidiamo che le indagini delle forze dell'ordine, individuino i responsabili dell'accaduto. Ci stringiamo in segno di solidarietà alla parrocchia».

La statua è in gesso, cadendo a terra, si è rotta in vari pezzi. Il parroco ora dovrà scoprire se sarà possibile ricomporla attraverso un lavoro di restauro. Mentre, se sarà sporta denuncia, sarà compito dei carabinieri scoprire il responsabile o i responsabili di un gesto che pare non abbia alcuna finalità se non quella di danneggiare l'effige. Infatti, il capitello non sembra essere stato vandalizzato e la statua era inserita in una teca che non è stata manomessa.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Tragico incidente sul lavoro: operaio 38enne precipita a terra e muore

  • In sella alla moto sbatte contro un'auto a Pizzoletta e perde la vita

  • Covid-19, in Veneto 107 decessi in 24 ore. 27 tra Verona e provincia

  • Nuovi chiarimenti della Regione sull'ordinanza di Zaia: sì a camminate gruppi nordic walking

  • Un hotel extra lusso nel cuore di Verona al posto degli ex uffici Unicredit

  • Il Veneto resta zona gialla, ora è ufficiale. Presidente Zaia: «Non abbassiamo la guardia»

Torna su
VeronaSera è in caricamento