menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Codice della strada, c' l'ok dei commercianti

Codice della strada, c' l'ok dei commercianti

Codice della strada, c' l'ok dei commercianti

Il presidente di Confcommercio Arena: "Ora allineare la legge nazionale con quella regionale"

"Un buon codice della strada, che ora dovrà essere coordinato con la legge regionale in materia di orari di somministrazione di bevande alcoliche, che prevede un orario più restrittivo (con lo stop alla somministrazione delle bevande dopo le 1) rispetto al nuovo termine stabilito a livello nazionale (divieto dalle ore 3)". A sostenerlo è Paolo Artelio, presidente del sindacato provinciale pubblici esercizi della Confcommercio Verona e leader regionale del Silb, Sindacato locali di intrattenimento e svago.

Artelio condivide quanto sostenuto dal presidente nazionale Renato Giacchetto, secondo cui “il codice approvato in via definitiva dal Senato rappresenta un buon punto di equilibrio che tutela il divertimento sicuro e la salvaguardia della vita umana. Aver posticipato alle tre di notte l’inizio del divieto di alcol significa non rovinare la festa di chi vuol trascorrere una serata spensierata, ma nello stesso tempo dare un limite a chi vorrebbe solo trasgredire”. Artelio è d’accordo sul fatto che “bisognerebbe agire di più sul fronte dell’educazione e della sensibilizzazione, oltre a condividere l’efficacia del dispositivo blocca motore sulle automobili per impedire la guida in stato di ebbrezza” ma, commenta “la nuova legge è comunque già un passo avanti rispetto a prima”.

Positiva, per il presidente provinciale di Confcommercio Paolo Arena, anche la norma che stabilisce l’obbligo per i pubblici esercizi che non effettuano intrattenimenti e che proseguono l’attività dopo le 24 di avere, all’uscita del locale, almeno un etilometro, oltre alle tabelle informative sugli effetti del consumo di bevande alcoliche e superalcoliche. “Ora – dicono Arena e Artelio - inizieremo il confronto con la Regione Veneto affinché vi sia un allineamento tra le disposizioni nazionali e regionali anche per evitare che i giovani si spostino in territorio limitrofi dove le limitazioni sono minori”.


Il nuovo codice prevede tra l’altro la possibilità di destinare al servizio di noleggio con il conducente anche i motocicli con o senza sidecar, i tricicli e i quadricicli. “Gli operatori turistici, in particolare quelli della riviera degli Olivi – sostiene Claudio Rama, presidente del comprensorio Garda-Baldo di Confcommercio – salutano con soddisfazione questa opportunità, visto che la Confcommercio è da tempo impegnata in un progetto di trasporti alternativi in un’ottica anche di marketing turistico”.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
  • Casa

    Ristrutturare casa: come riconoscere un muro portante

  • social

    Boom del social fitness: come tenersi in forma da casa

  • social

    Concorso Volotea: VOTATE “VERONA FOR ALL”

Torna su

Canali

VeronaSera è in caricamento